Home

No alla Legge 107, protesta degli insegnanti

Napoli – Oggi per la scuola è stato il giorno dello sciopero nazionale, proclamato dalle organizzazioni sindacali Unicobas Scuola, Cobas – comitati di base della scuola, Usb Unione sindacale di base, Anief, Feder Ata, Cub Scuola università ricerca e Orsa. Per l’intera giornata si è fermato tutto il personale docente, dirigente, educativo ed Ata, a tempo indeterminato e determinato delle istituzioni scolastiche in Italia e all’estero.

I sindacati protestano “per dire no alla legge 107 del 2015 partorita dal governo Renzi e allevata dal governo Gentiloni”. Secondo i sindacati si tratta di “un attacco frontale ai diritti dei lavoratori e delle famiglie, che si vuole portare a compimento attraverso l’approvazione alla chetichella dei decreti attuativi firmati, guarda caso l’ultimo giorno utile, dalla ministra cigiellina Fedeli”.

Sono state organizzate manifestazioni e sit-in in 10 città italiane. A margine della presentazione dei vincitori del Premio nazionale insegnanti, il ministro dell’istruzione Valeria Fedeli ha commentato lo sciopero: “Voglio dire che stiamo lavorando per la qualificazione della scuola” e “rispetto alla questione dei precari dovrebbero sapere, visti anche i pareri che stanno dando le commissioni sul decreto sul reclutamento degli insegnanti, che stiamo puntando a reclutare e ammettere nelle scuole le persone precarie e che hanno superato i concorsi. Quindi – ha concluso Fedeli – stiamo affrontando anche quel problema”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Aversa, abbattimento di pini a rischio nel Parco Pozzi https://t.co/mZ8pTOuGtU

70 anni Dichiarazione Diritti dell’Uomo: a Napoli unica tappa italiana di Human Rights Film https://t.co/zIRfdYatjr

Liberato, in migliaia acclamano il rapper senza volto https://t.co/JvAHFfXVtL

Napoli - Liberato, in migliaia acclamano il rapper senza volto (10.05.18) https://t.co/afciQg3PvQ

Condividi con un amico