Aversa

Aversa, approvato schema bilancio 2017-2019. Sagliocco: “Lotta all’evasione per equità sociale”

Aversa – Il 7 marzo è stato approvato dalla Giunta lo schema di bilancio relativo agli anni 2017/2019, che sarà nell’immediatezza trasmesso al Collegio dei revisori per il relativo parere per poi essere messo a disposizione dei Consiglieri comunali.

L’assessore alle Finanze, Francesca Sagliocco spiega: “Con particolare riferimento al bilancio relativo all’anno 2017, siamo riusciti, con le poche risorse disponibili e lasciando ferme le aliquote dei tributi locali, ad assicurare la copertura delle spese di funzionamento dell’Ente (personale – dipendente e Lsu, utenze, manutenzione strade, immobili comunali, scuole, verde pubblico) e l’espletamento di alcuni servizi che il Comune eroga in favore dei cittadini aversani (quota d’ambito servizi sociali, soggiorno climatico anziani, estate ad Aversa, Natale ad Aversa, servizio civile).

Purtroppo, però, le previsioni di spesa conseguenti agli interventi che l’Amministrazione intende realizzare devono fare i conti con una politica di drastica riduzione dei trasferimenti statali, già da anni adottata dal governo centrale, con le nuove norme introdotte dal decreto legislativo 118/2011 e s.m.i. che impongono una serie di limitazioni all’utilizzo delle entrate degli Enti Locali attraverso lo stanziamento del Fondo Crediti di Dubbia Esigibilità e con le ridotte disponibilità di cassa legate anche alla mancata riscossione delle entrate comunali.

Pertanto, maggiori spese in favore della collettività potranno trovare spazio solo se ci si muoverà nel senso di un’attenta razionalizzazione delle spese, cercando di evitare inutili sprechi e di ottimizzare le risorse a disposizione e solo se si riuscirà a puntare sulla riscossione delle entrate comunali, tributarie e patrimoniali.

La riscossione delle entrate comunali riveste importanza vitale per il buon funzionamento della macchina amministrativa oltre a rispondere ad un esigenza di equità sociale. E’, infatti, necessario intraprendere azioni finalizzate da un lato al recupero di quanto accertato e non riscosso dai cittadini con la realizzazione di benefici immediati e diretti per le casse dell’Ente e dall’altro, con la lotta all’evasione, perseguire attività che, oltre a realizzare benefici in favore delle casse comunali, attueranno anche un fine di equità sociale attraverso l’effetto redistributivo che si ottiene allargando la base imponibile fiscale ripartendo il costo dei servizi su un maggior numero di contribuenti. Indirizzando in maniera forte e condivisa l’attività verso una forte azione di recupero delle entrate potranno essere reperite risorse che consentiranno di realizzare ulteriori azioni in favore della collettività, anche nel corso dell’anno 2017, che non hanno trovato spazio nel bilancio di previsione in corso di approvazione se vi sarà la disponibilità finanziaria necessaria per gli interventi che si intendono realizzare”. 

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Caserta, evasione fiscale: sequestrati beni per 470mila euro a casa di cura - https://t.co/lscAjHYTZT

Cesa, caso stalking: De Michele si dimette dal Pd. “Mai tutelato dal mio partito” https://t.co/9rY6uNUbch

Campania, videosorveglianza: sindaci chiedono altri fondi in Commissione Terra dei Fuochi https://t.co/ZO1i7h0Bsl

Casal di Principe, trovava auto rubata con all'interno 4 fucili e il "kit rapinatore" - https://t.co/tRVsjHa7M3

Condividi con un amico