Napoli

Napoli, “Wine&TheCity” celebra 10 anni di ebbrezza creativa

Napoli – Un evento celebrato sulle pagine della guida Lonely Planet e da uno studio dell’Università della Campania Luigi Vanvitelli. È “Wine&TheCity”, la rassegna ideata da Donatella Bernabò Silorata e realizzata dal suo team tutto al femminile, che quest’anno festeggia 10 anni di ebbrezza creativa.

Dal 5 al 26 maggio, i vini di circa 100 cantine saranno i protagonisti in altrettanti luoghi della città che si apriranno a una gioiosa “festa mobile”: musei e palazzi storici, ma anche spazi privati, boutique e ristoranti, atelier di artisti e architetti, ipogei millenari, chiese barocche, alberghi e percorsi urbani.

Si comincia il 5 maggio al Museo Archeologico Nazionale e si prosegue per tre settimane tra happening, degustazioni, visite guidate, azioni d’arte, esposizioni di design, fino al gran finale del 26 maggio in piazza del Municipio con l’emozionante spettacolo di danza “Forme Uniche”.

Le novità di questa decima edizione sono numerose: dal 12 al 14 maggio, il Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore, nel cuore del centro antico, ospiterà l’Enoteca della Banca del Vino di Slow Food con una grande selezione di etichette provenienti da Pollenzo e i Laboratori di degustazione con vini selezionati dalla guida Slow Wine di Slow Food Editore.

Il 15 e il 23 maggio si terrà “Uno chef al Museo”, che porterà l’alta cucina stellata di Gennaro Esposito e Pasquale Palamaro in due prestigiosi musei della città. Il 20 e il 21 maggio, Wine&Thecity entra per la prima volta nelle stanze del Museo dell’Archivio Storico del Banco di Napoli accompagnando con il vino la visita al più grande archivio storico bancario del mondo. Tra gli spazi inediti e mai toccati prima dalla manifestazione, ci sono anche l’ex carcere minorile Filangieri, già Convento delle monache Cappuccinelle nel ‘600, e oggi spazio collettivo e bene comune con il progetto dello Scugnizzo Liberato, e la Chiesa dell’Arte della Seta nel centro antico.

Si rinnova il binomio vino e design anche per questa X edizione con le mostre “Crisalidi di Salvatore Aiello per ReLegno” e “Ultraceramica People and objects of the future” di Adi Delegazione campana. Un connubio importante che si traduce nella candidatura di Wine&Thecity, per la categoria Exhibition Design, alla selezione Adi Design Index 2017, la pubblicazione che costituisce preselezione per la partecipazione al Premio Compasso d’Oro ADI 2018, il più antico e autorevole premio mondiale di design.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Francavilla Fontana, rapina un uomo e poi un bar: arrestato https://t.co/RIBcY8Ifc5

Napoli, fucile e bombe a mano nascosti in solaio al Rione Traiano https://t.co/STl7o6zuYW

Campania - Obiettivo "Zero Epatite C": web serie con medici e pazienti (18.10.18) https://t.co/IwSXZbfmcH

Napoletani scomparsi in Messico, i parenti occupano i binari della stazione - https://t.co/faZF0ai8xR

Condividi con un amico