Pozzuoli - Monte di Procida

Strage bus in Irpinia, Procura: “Bulloni usurati”

Più della metà dei bulloni che assicuravano l’ancoraggio sulla carreggiata della barriera posta sul Viadotto “Acqualonga” dell’A16 Napoli-Canosa, è risultata corrosa dal tempo e dagli agenti atmosferici. Lo hanno sostenuto i consulenti tecnici della Procura, chiamati a testimoniare al processo in corso ad Avellino sulla strage del bus nella quale, il 28 luglio del 2013, persero la vita 40 persone.

I consulenti dell’accusa, (Alessandro Lima, Lorenzo Caranna, Andrea Demozzi, Antonio Giavotto) hanno riferito alla Corte, presieduta dal giudice monocratico, Luigi Buono, di aver sottoposto i “tirafondi” a prove di forza dalle quali è emerso che poco più della metà dei bulloni è risultata corrosa.

“Se fossero stati efficienti – hanno poi aggiunto – le barriere avrebbero dovuto reggere l’urto del bus” che avrebbe impattato la barriera protettiva del viadotto ad una velocità di circa 103 km/h, con un angolo non superiore a 13 gradi.

In alto una playlist con tutti i video della vicenda

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Succivo, incidente in moto: comunità in lutto per la scomparsa di Alessandro Casillo - https://t.co/fYEAUmYgjx

Torre del Greco, muore dopo garza dimenticata nella ferita: indagati 17 sanitari - https://t.co/duvMSq2TnH

Saccheggiavano appartamenti in tutta la Campania: 15 arresti https://t.co/3D6rnVYmFW

Torino, migrante che chiede elemosina sventa rapina e fa arrestare il "postino" - https://t.co/3GATkU99iE

Condividi con un amico