Home

Pillole oncologiche per far “sballare” studenti, 2 arresti

I carabinieri della compagnia di San Donato Milanese hanno tratto in arresto due iracheni, di 25 e 37 anni, responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli approfondimenti erano stati avviati a seguito delle segnalazioni di alcuni genitori, preoccupati dal ritrovamento, nella disponibilità dei propri figli, di alcune pasticche, che i ragazzi, anche minorenni, dicevano trattarsi di semplici integratori. Immediatamente, i carabinieri hanno eseguito appositi servizi di osservazione e controllo, anche in abiti civili, nei principali luoghi di ritrovo e aggregazione dei giovani, nonché vicino a scuole e dei locali notturni.

L’indagine ha inoltre consentito di verificare che due stranieri sono stati ripetutamente avvicinati dai ragazzi. Il pedinamento discreto dei due ha condotto gli uomini dell’Arma alla loro abitazione, dove è scattato il blitz che ha consentito di rinvenire, occultate in due casse acustiche portatili, appositamente modificate, oltre 2mila pasticche, dello stesso tipo di quelle descritte dai genitori, per un peso di circa 600 grammi, nonché 10 grammi di hashish e 3.600 euro in contanti.

Le pasticche sono risultate essere potenti oppioidi a base di ossicodone, principio attivo contenuto in medicinali per la terapia del dolore, non in libera vendita, che i due cedevano al prezzo di 30/40 euro l’una. La sostanza, se usata illegalmente, può diventare un potente stupefacente con effetti più intensi rispetto a quelli dell’eroina e della morfina, amplificati ulteriormente dal concomitante uso di alcol o di altre droghe e presenta il rischio della dipendenza. Gli arrestati sono stati condotti nel carcere di San Vittore.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Ospedale Aversa, la dirigente Maffeo: “In un anno e tre mesi è stato fatto un lavoro enorme” https://t.co/lfeEOZwxuh

Aversa, bufera sul bando Puc: insorge associazione nazionale urbanisti https://t.co/xsU4TiX6LY

Aversa, investita e uccisa. Il parroco al pirata della strada: “Costituisciti” https://t.co/9dpxKRSYBM

Aversa, edificio a rischio: sindaco indagato. De Cristofaro: “Sono tranquillo, già mi ero attivato per risolvere” https://t.co/CBCMs8N6sY

Condividi con un amico