Trentola Ducenta

Trentola Ducenta, Sagliocco su caso scuola: “I finti moralismi di Apicella”

Trentola Ducenta – Leggo incredulo e sbigottito la risposta del presidente del Consiglio d’Istituto del Circolo Didattico “Giovanni Paolo II”, avvocato Michele Apicella, e nel leggere non posso far altro che sorridere pensando a quel vecchio detto napoletano che recita: “Faciteve accattà a chi nun ve sape”! Sì, perché, a fronte di una sua evidentissima strumentalizzazione politica di una vicenda, quella dei servizi igienici dei plessi scolastici, ci accusa invece di “tendenziose e fantasiose ricostruzioni… da parte di sedicenti rappresentanti di associazioni”.

Chi legge sa che gli appuntamenti con i commissari vengono calendarizzati dalla segreteria, per cui mi sembra davvero poco elegante e da egocentrici parlare di “spiate, di personaggi locali, di avvoltoi, di battere sul tempo”. Mi auguro conosca bene, per la posizione che occupa come presidente e per la posizione politica che vorrebbe occupare in futuro, che la situazione dei servizi igienici dei plessi scolastici è un problema che perdura da tanti anni, ma che purtroppo non potrà mai essere definitivamente risolto fin quando non verranno rifatti gli impianti ex novo. Ciò richiede chiaramente la chiusura delle scuole per settimane se non mesi, a discapito poi del prosieguo dell’attività scolastica: pertanto, sono interventi che vanno programmati durante i periodi estivi e non invernali.

Sa bene che il nostro gridare agli “inutili allarmismi” era rivolto non al fatto di essersi recato dai Commissari per la problematica dei servizi igienici: è, infatti, nelle “mansioni” del presidente del Consiglio d’Istituto farsi carico di problematiche dei vari genitori per poi esporle a chi di dovere; né tantomeno ci appassiona l’idea di voler sembrare di essere stati i primi ad aver fatto tale passaggio: non ci interessano le luci della ribalta; ringraziando il cielo, per quanto ci riguarda, non ne abbiamo bisogno! A suffragio di quanto affermo, ci sono i vari incontri, tutti documentati, con i Commissari per le problematiche dei plessi scolastici, ultimo dei quali per una infiltrazione segnalataci nel plesso di via Collodi e che presto verrà risolto.

La nostra critica, come sa, era invece rivolta a chi ha magistralmente architettato, utilizzando una problematica seria, una manifestazione politica facendola passare invece come una azione fatta per tutelare i bambini. Dato che al Comune, fino alla metà di gennaio, nessuno aveva mai ufficialmente segnalato nulla (la prima segnalazione risale alla metà di gennaio circa da parte non vostra ma del dirigente scolastico) non sarebbe stato più semplice in delegazione andare dai Commissari e chiedere spiegazioni piuttosto che organizzare una sommossa popolare? E poiché sapeva che il problema era stato già risolto il giorno prima, almeno da quanto in un primo momento ha comunicato ai genitori, come mai in serata ha cambiato idea cominciando ad inneggiare “all’armiamoci e partiamo”, inscenando una plateale manifestazione al Comune?

Se permette glielo spiego io, e la spiegazione è tutta racchiusa nella telefonata che, nel pomeriggio stesso del nostro comunicato, è arrivata ad un associato di ‘Noi di Trentola Ducenta’. Il chiamante era Giuseppe Apicella, già candidato sindaco nel 2007 e nel 2011, nonché consigliere comunale, nonché suo padre. Il sunto della telefonata era: ‘Avete sabotato la nostra manifestazione…!’ La vostra manifestazione?

A questo punto, avvocato Michele Apicella, credo corra l’obbligo di spiegare ai genitori dei bambini, dato che la manifestazione era stata organizzata come presidente del Consiglio d’Istituto del Circolo Didattico, insieme ad altri rappresentanti di genitori, cosa c’entra suo padre nella suddetta organizzazione. Non ci risulta che ricopra anch’egli ruoli all’interno della compagine scolastica!

Per dirla in breve: credo sarebbe il caso di smetterla di fare i finti moralisti e di ammettete pubblicamente che avete strumentalizzato la vicenda e gli ignari genitori per soli fini propagandistici-elettorali! Liberissimi di fare politica, ma utilizzare motivazioni importanti che riguardano i bambini credo sia proprio fuori luogo!

Andrea Sagliocco – “Noi di Trentola Ducenta” 

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico