Sant’Arpino

Sant’Arpino, Alleanza Democratica accusa PulciNellaMente: “Migliaia di euro sprecati”

Sant’Arpino – Ci rivolgiamo agli amici, agli amministratori dell’agro atellano e all’amico Sottosegretario ai Beni Culturali, Antimo Cesaro, per constatare qualcosa che negli ultimi giorni ci ha letteralmente sbalorditi. Se è vero che al peggio non c’è mai fine, con le ultime novità relative a PulciNellaMente e in particolare alla ‘Winter Edition’ della rassegna, abbiamo superato ogni limite. Pensavamo veramente di aver visto e sentito tutto e invece, nostro malgrado, siamo costretti a ricrederci.

La doverosa premessa è che noi abbiamo sempre creduto in una rassegna che è senza dubbi diventata un segno distintivo del nostro paese. Ecco perché la delusione è ancora più grande. Abbiamo scoperto che per la ‘Winter Edition’ gli organizzatori hanno ottenuto un finanziamento di 50mila euro dalla Regione Campania. E fin qui tutto bene. 

Ma la scoperta eclatante è che circa 25mila euro di questo budget sono stati impegnati, con determina numero 120 del 30 dicembre scorso, per l’affidamento di servizi di segreteria, comunicazione, editoria, ufficio stampa, eccetera, ad una ditta di Capua. 

Allora ci chiediamo, vista la caratura e il livello culturale degli organizzatori, in primis Elpidio Iorio, che bisogno c’era di spendere oltre 25mila euro per una comunicazione che tra l’altro non è certo spiccata per originalità né risonanza? A chi è legata quindi quest’agenzia per ritrovarsi improvvisamente un bottino di 25mila euro per non fare praticamente nulla che non potessero fare da soli gli organizzatori di Pulcinellamente?

E, guardando le date delle delibere, non si può non notare che tutte sono datate 20 dicembre, solo la delibera di affidamento della comunicazione a questa ditta è successiva, ossia del 30 dicembre. Casualità! 

Cosa ancor più sconvolgente è scoprire che gli illustri ospiti della rassegna non vengono per il piacere di essere ospiti o per l’importanza della rassegna bensì perché percepiscono in cambio un compenso economico.

Antonio Lubrano circa 5mila euro con determina numero 52 del 23 novembre 2016, per l’evento a cui ha partecipato l’attore Alessandro Preziosi circa 9mila euro con determina 82 del 20 dicembre 2016, per l’allestimento della mostra di Lello Esposito circa 5mila euro con determina 85 del 20 dicembre 2016, per lo spettacolo di Jacopo Fo circa 3mila euro con determina 81 del 20 dicembre 2016. 

Quindi, su un totale di 50mila euro, oltre 25mila euro sono stati affidati a questa fortunata ditta si occupa di comunicazione e il resto sono stati spesi per ripagare gli ospiti del disturbo di essere arrivati fino a Sant’Arpino. E pensare che 50mila euro sono il budget che un Comune come il nostro stanzia per un anno di attività culturali.

E’ a dir poco vergognoso constatare tutto questo e rendersi conto che, mentre c’è chi versa in condizioni economiche disastrose, si utilizzano migliaia di euro in pochi giorni per eventi a cui su un totale di abitanti di circa 50mila per i tre comuni interessati (Sant’Arpino, Orta di Atella e Succivo) hanno partecipato a stento 200 persone, compresi gli studenti delle scuole!

Alleanza Democratica per Sant’Arpino 

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico