Home

Partito Sovranista, assemblea di Azione Nazionale e La Destra

Napoli – “Il Sud sovranista” è la proposta politico-programmatica che l’Assemblea regionale campana di Azione Nazionale e La Destra ha approvato e che porterà al Congresso fondativo del nuovo Partito Povranista che nascerà dal Congresso di Roma dal 17 al 19 febbraio. E’ quanto ha annunciato il Portavoce territoriale di Azione Nazionale, Salvatore Ronghi.

“Il Sud è la proposta politica fondamentale per la rinascita dell’Italia e per dare un senso ad un nuovo soggetto politico basato sul principio della sovranità popolare che significa, innanzitutto, autodeterminazione dei territori” – ha spiegato Ronghi, che ha aggiunto: “Il nostro obiettivo è quello di creare una forte alleanza forte e chiara con tutte quelle forze che troncano ogni rapporto col Pd e col centrosinistra per rilanciare la sovranità nazionale e popolare e non essere più sudditi dell’Europa. Per fare questo puntiamo su una classe dirigente rinnovata, di qualità ed in sintonia con il popolo”.

Hanno partecipato all’Assemblea regionale – che ha aperto i propri lavori osservando un minuto di silenzio per i martiri delle foibe d’Istria, Dalmazia e Fiume -, tra gli altri, il coordinatore regionale di An Gianluca Cantalamessa, i coordinatori regionali e provinciali di Forza Italia, Domenico De Siano e Antonio Pentangelo, il responsabile di “Napoli Capitale”, Enzo Rivellini, i dirigenti di An Franco D’Ercole e Carlo Farucci, de La Destra, Antonio Arzillo, il presidente de La Destra Francesco Storace e i dirigenti di An, Roberto Menia e Giuseppe Scopelliti.

L’Assemblea ha eletto i delegati campani che parteciperanno al Congresso di Roma tra i quali esponenti di tutte le province campane, tra cui Ettore De Conciliis, Marco Cerreto, Francesco Annunziata, Antonio Mazzella, Daniele Masala, Immacolata Guariniello, che avranno il compito di approvare le mozioni congressuali ed eleggere i vertici nazionali del neo partito.

“Dal Congresso nazionale nascerà un nuovo soggetto politico di destra con l’obiettivo di andare oltre la destra e di aggregare soprattutto sul territorio campano tutti coloro che si sono rifugiati nell’astensionismo e che vogliono una politica che metta il Sud al centro dell’attenzione”, ha sottolineato Arzillo. “Il Sud deve tornare al centro dell’agenda politica del Paese attraverso un progetto di sviluppo che crei le condizioni per avere nuovi investimenti e nuovo lavoro, soprattutto per far fronte all’emergenza sociale della disoccupazione giovanile”, ha detto la dirigente di An Gabriella Peluso.

“I territori, l’identità e le comunità sono protagonisti del nostro progetto politico che si autodetermina dal basso e si radica come movimento del territorio – ha sottolineato D’Ercole, che ha presieduto l’Assemblea – evidenziando che “le emergenze disoccupazione e povertà che attanagliano soprattutto la Campania sono le nostre priorità”.

“Puntiamo sul fronte identitario per dare forza al nostro progetto politico per il Sud e per la Campania” – ha sottolineato Cantalamessa. “Il progetto politico ‘Napoli Capitale, che ha già riscosso successo alle ultime amministrative, intende contribuire al rilancio del centrodestra”, ha aggiunto Rivellini.

I coordinatori di FI De Siano e Pentangelo hanno evidenziato la necessità di dare vita ad una forte alleanza politica di centro-destra in vista delle grandi sfide elettorali che interessano il Paese e il territorio. Infine, Storace si è soffermato sul valore della principio del sovranismo per dare vita ad nuova Europa che sia dei popoli; Menia ha rimarcato i contenuti del documento politico per il Polo sovranista e, infine, Scopelliti sulla centralità del tema dello sviluppo del Sud nell’ambito di un progetto identitario nazionale.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico