Napoli

Napoli, bonifica Bagnoli: schiarita tra Comune e Governo

Napoli – Le proposte avanzate dal Comune di Napoli sulla riqualificazione di Bagnoli saranno portate in cabina di regia e “integrate con quelle del Governo”. A sottolinearlo il ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, incontrando i giornalisti a termine di un incontro in Prefettura, al quale hanno preso parte il sindaco partenopeo Luigi de Magistris e il presidente della Regione Campania Luigi De Luca.

“Le divergenze tra le nostre proposte e quelle del Comune su Bagnoli sono minime. Anzi, su molti aspetti – ha sottolineato De Vincenti – ci sono delle convergenze. Ho invitato il sindaco a partecipare alla prossima riunione perché l’apporto di Comune e Regione è fondamentale. La sua risposta è stata interlocutoria, ma mi sembra siano stati fatti diversi passi in avanti, sono ottimista”.

“Complessivamente siamo molto soddisfatti dell’incontro di oggi, è la dimostrazione che in questo tavolo si decide la Bagnoli di domani. Una discussione franca, leale, costruttiva. Resta la posizione di divergenza sulla cabina di regia ma qui c’è stato importante momento di confronto. Sull’80 per cento del lavoro fin qui compiuto c’è la piena e totale convergenza del governo della Repubblica, grazie alla città che ci ha sostenuto anche quando qualcuno voleva metterci nell’angolo. Siamo molto vicini ad un accordo storico su Bagnoli.

Il ministro De Vincenti ci ha invitato più volte a partecipare, ma noi abbiamo vari livelli su cui ci dobbiamo confrontare. Ci sono gli incontri tecnici. Abbiamo deciso di aumentare il dialogo tra i vari uffici preposti. Lavoreremo per raggiungere l’obiettivo senza che venga meno principio sacrosanto: la nuova Bagnoli devono deciderla insieme governo nazionale, Regione e Comune. Anche per questo abbiamo voluto al tavolo il presidente della Municipalità” spiega de Magistris.

“La cabina di regia è superabile da un accordo istituzionale di questo livello, non ci sono ostacoli insormontabili” osserva il sindaco. “Escludiamo la presenza politica in cabina di regia ma quanto deciso oggi va tradotto in atti concreti nei luoghi deputati. Il ministro convocherà la cabina di regia, ma la decisione la prendono governo, Regione e Comune com’è accaduto oggi a prescindere dalla cabina di regia e dalla conferenza dei servizi”.

“Apprezziamo che ci sia la Regione al tavolo, auspichiamo sempre una collaborazione più forte ed efficiente con la Regione. Se De Luca ritiene di non voler avere dialogo con me, ce ne facciamo una ragione, i nostri tecnici e capi di gabinetto sono in costante contatto”, dice de Magistris. “Sul 20 per cento di divergenze il sindaco spiega: “Il governo intende aumentare molto la presenza di servizi ma ho chiesto di capire cosa si intende.

Altro argomento da approfondire è il porto turistico di Nisida. E poi borgo Coroglio. Non ci sono divergenze, dobbiamo lavorare, non c’è nessuna distanza incolmabile. Questo alto livello di collaborazione ci rende molto credibili con Bruxelles e ci potrebbe consentire di sbloccare una serie di questioni in sospeso, come il Turtle Point”, aggiunge l’ex pm.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico