Aversa

Aversa, il luna park della discordia. Nobis: “Non si può rovinare il Parco Pozzi”

«Il movimento Noi Aversani, nel massimo spirito collaborativo, alla luce delle dichiarazioni di alcuni capigruppo, uscite sugli organi di stampa, rappresenta che, pur essendo stato contrario alla collocazione di giostre pesanti sul prato del parco Pozzi appena rimesso a nuovo, e ben sapendo l’impegno che è stato necessario profondere per far spostare le giostre che occupavano gran parte dello spazio destinato ai campi di basket prima del restyling, non ha ritenuto di interferire sul Natale aversano, in ordine al quale erano previsti eventi che avrebbero potuto allietare – per un breve lasso di tempo, come evidenziava lo stesso assessore allo spettacolo in quel periodo – i cittadini, così come la collocazione di qualche giostra nel Parco Pozzi. Oggi, invece, quella necessità è venuta meno e, così come evidenziato di recente anche dagli esponenti del Wwf, la tutela del prato e dello spazio verde non può consentire queste strutture pesanti che potrebbero rovinare un ambiente che, oggi, resta il più grande polmone verde della città».

Nico Nobis, capogruppo consiliare di Noi Aversani, torna alla carica sulla vicenda delle giostre nel Parco Pozzi e non risparmia bordate alla maggioranza di cui fanno parte. «Non comprendiamo – continua l’avvocato aversano – i motivi di una proroga, soprattutto perché lo spazio del Parco Pozzi è stato finora occupato a titolo gratuito, quindi senza alcun costo per i giostrai, che motivano la richiesta sulla base di un rientro nei costi. Oggi riteniamo che ben si potrebbe fare a meno di penalizzare il Parco e la città attraverso queste azioni, ed essendo molto sensibili alla tematica ambientale, riteniamo sempre necessario un confronto – nel caso di specie non avvenuto – che per temi così importanti, prima di essere portati direttamente in giunta, eviterebbe difficoltà evidenti e di trovarci a discuterne in sedi non opportune».

«La tutela della città e dei cittadini, – continua – sarà sempre la nostra priorità e, pur sentendoci parte integrante della maggioranza, quella che è tale soprattutto in virtù della nostra scelta di appoggiare il sindaco De Cristofaro, non ci sottrarremo mai ad esprimere il nostro pensiero e le nostre idee, reclamando a voce alta quella partecipazione decisionale che non sempre coinvolge tutti i gruppi di maggioranza».

Nobis attacca anche gli altri capigruppo di maggioranza che avevano risposto ad un attacco duro e scomposto di Francesco Sagliocco che aveva avuto parole durissime contro la coalizione. «Infine, in merito alle affermazioni di una parte dei capigruppo riferite ad un nostro consigliere, – conclude Nobis – non ne comprendiamo né il senso né il significato, soprattutto per quanto concerne lo spessore politico, in ordine al quale ci chiediamo quale spessore politico abbiano finora dimostrato  gli stessi al di là del prestare il proprio consenso senza alcuna cognizione di causa sulle problematiche che possono essere sottese ai vari temi. Chiudiamo così questo intervento al quale non forniremo ulteriori repliche».

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico