Aversa

Aversa, luna park e Ato: si inasprisce lo scontro nella maggioranza

Aversa – Proroga dello stazionamento del luna park all’interno del Parco Pozzi e la nomina di un rappresentante nell’Ato rifuti spaccano la maggioranza con “Noi Aversani” da un lato e la restante parte della coalizione dell’altra.

Mai digerite dai più, le giostrine nel parco Pozzi, dopo essere state sloggiate dal precedente sindaco Giuseppe Sagliocco, in occasione delle festività natalizie, nonostante vi fosse un contenzioso in atto tra il Comune e la famiglia Cioffi, proprietaria delle giostre, si sono viste concedere una nuova installazione sino al 29 gennaio. Installazione avvenuta, tra l’altro, sulle aiuole, non essendovi più l’area asfaltata che in precedenza ospitava il luna park, provocando anche l’ira, oltre che di molti aversani, anche dei responsabili provinciale del Wwf.

Un provvedimento sopportato facendo buon viso a cattivo gioco da parte degli appartenenti a Noi Aversani, convinti che per il decoro del parco quelle giostre non devono esserci. All’approssimarsi della scadenza, però, i Cioffi hanno presentato richiesta di una proroga della concessione dell’area Parco Pozzi al 30 aprile 2017. Richiesta che ha letteralmente spaccato la maggioranza, con gli esponenti di ‘Noi Aversani’ schierati per il ‘no’ e il sindaco, l’assessore alla Cultura, Alfonso Oliva, e il consigliere comunale di “Forza Aversa” Michele Galluccio per il ‘Sì’. Alla fine era stato raggiunto un accordo, riducendo, però, la proroga al solo mese di febbraio. Nonostante questo, i due esponenti di Noi Aversani in giunta, Federica Turco e Gianpaolo Pisciotta, benché presenti nelle altre delibere di quella seduta, sono risultati assenti in questa specifica. Un braccio di ferro, che, al di là della consistenza del caso, rischia di deteriorare in maniera seria i rapporti all’interno della coalizione di maggioranza, soprattutto alla luce di un altro motivo di scontro rappresentato dalla nomina di un rappresentante in seno all’Ato rifiuti dove è stato indicato Michele Galluccio di “Forza Aversa”, mentre i componenti di Noi Aversani avrebbero voluto Francesco Sagliocco che ha protestato platealmente per le giostre parlando di «prova muscolare di una parte della maggioranza e di scelleratezza» oltre che di assenza di confronto democratico.

Proteste che hanno provocato le reazioni dei consiglieri Francesco di Palma, Renato Oliva e Raffaele de Gaetano, rispettivamente capigruppo di “Forza Aversa”, “Aversa Futura” ed “Aversa Domani” che hanno dichiarato: «Ci sembra doveroso scendere in campo a far fronte a certe dichiarazioni che cercano di minare la solida e saldata coalizione che è al fianco del sindaco Enrico de Cristofaro. Noi, con i nostri gruppi consiliari, ribadiamo la piena solidarietà al primo cittadino e alla giunta». Il chiaro riferimento è all’allontanamento dalla giunta degli assessori di “Noi Aversani” per l’approvazione della delibera sulla proroga della concessione delle giostrine al parco Pozzi.

«Consideriamo – continuano – irresponsabili e privi di logica ragionevolezza le dichiarazioni del consigliere Francesco Sagliocco alla stregua di stress da mancata capacità di raziocinio dinnanzi a situazioni che richiederebbero un’accurata analisi retrospettiva. Per altro, la proroga al 28 febbraio è stata concessa perché sono necessari dei tempi tecnici per lo smontaggio degli impianti». «Confermiamo – concludono i tre consiglieri – la piena e incondizionata fiducia in primis al sindaco e poi all’intera giunta. Siamo sempre più convinti che certi atteggiamenti e certe dichiarazioni sono frutto di poco spessore politico e di educazione. Adesso, torniamo a lavorare per la città».

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico