Sessa Aurunca - Cellole

Sessa Aurunca, rubano legna in un terreno: inseguiti e arrestati dalla Polizia

Nella mattinata di venerdì, gli agenti del commissariato di Sessa Aurunca hanno tratto in arresto, per il reato di furto aggravato in concorso, Giuseppe Simeoli, 63enne, e Vincenzo Cardillo, 50enne, entrambi del posto.

I due sono stati sorpresi mentre, in terreno di proprietà altrui, abbattevano degli alberi per farne legna da ardere in un terreno agricolo prospiciente la provinciale Sessa/Cellole. Gli agenti sono intervenuti, a seguito di una telefonata pervenuta al 113, con cui veniva segnalata la presenza di due uomini intenti ad abbattere degli alberi e a caricarne la legna su un furgone dopo averla sezionata.

Immediato l’intervento dei poliziotti che per effettuare l’arresto hanno dovuto rincorrere i due malfattori attraverso i campi nel tentativo di sfuggire alla cattura. Dopo la cattura i due sono stati posti a disposizione della Procura che ha disposto l’udienza di convalida nella mattinata di sabato, disponendo la loro custodia in regime di arresti domiciliari.

Nella circostanza gli agenti procedevano al sequestro di un furgone Fiat già carico di legno, e degli attrezzi utilizzati per la commissione del reato, motosega, ascia, falci, carburante e altri materiale.

L’arresto, effettuato dagli agenti si inquadra di un più articolato servizio di controllo del territorio esperito negli ultimi due giorni che ha interessato soprattutto il centro cittadino di sessa aurunca con decine di perquisizioni personali, veicolari e domiciliari, con sequestro di venti grammi di stupefacente per lo più rinvenuta nella disponibilità di minorenni e con conseguente deferimento degli stessi all’autorità amministrativa.

Sono stati anche effettuati controlli amministrativi in esercizi commerciali cittadini rilevando due contravvenzioni, ed inoltre controllati circa 50 persone e veicoli, nonché effettuati controlli a detentori di armi a seguito dei quali si è proceduto al sequestro di una decina di fucili per uso sportivo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico