Home

Crolla ex cinema: tre operai estratti vivi dalle macerie

Tre operai sono rimasti feriti nel crollo di un ex cinema, mercoledì mattina, a Campobello di Mazara, in provincia di Trapani.

Il crollo è avvenuto in mattinata mentre i lavoratori erano all’interno per avviare la ristrutturazione. La struttura interessata è un ex cinema di via Risorgimento. All’interno, al momento del crollo, si trovavano tre persone. Immediato l’intervento dei vigili del fuoco che hanno estratto i lavoratori. “Sono stati tutti estratti vivi e trasportati in ospedale”, hanno riferito i pompieri al termine delle loro operazioni di soccorso.

La ristrutturazione, hanno riferito fonti locali, era iniziata da appena tre giorni. A crollare è stato un muro esterno del cinema.

A rimanere sotto le macerie sono Antonino Cacioppo, di 53 anni, rimasto ferito in modo lieve, Salvatore Mulè e Vincenzo Pasini.

“Nel cantiere eravamo sei operai, tre di Sambuca di Sicilia e tre di Messina – ha raccontato Cacioppio – Io e i miei compaesani avevamo cominciato a lavorare lunedì scorso in quell’immobile. Stamattina stavamo effettuando lavori a una fondazione quando il muro ci è improvvisamente crollato addosso. Io ho solo una contusione alla gamba, ma i miei colleghi sono feriti in modo più serio”.

Il sindaco di Campobello di Mazara, Giuseppe Castiglione: “Sono andato in ospedale a Castelvetrano a parlare con gli operai feriti e ora mi sento più tranquillo. Anche i medici mi hanno rassicurato sul fatto che nessuno di loro è in pericolo di vita. L’immobile era chiuso da circa un ventennio. La progettazione era stata fatta in epoca passata e non durante la mia amministrazione. Io mi sono preoccupato dal mio insediamento di reperire i fondi necessari per la ristrutturazione”.

Ignare le cause del crollo sulle quali sono stati avviati accertamenti da parte dei tecnici dei vigili del fuoco.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico