Aversa

Aversa, furto alla scuola media “Pascoli”. La dirigente: “Una ferita al cuore”

Aversa – Scuole cittadine in balia dei soliti ignoti anche grazie alla carenza assoluta di sistemi di difesa passivi quali potrebbero essere impianti di allarme o blindature di porte e finestre. A finire nel mirino dei malviventi, questa volta, la scuola media statale ‘Giovanni Pascoli’ di via Ovidio.

Secondo una prima ricostruzione operata dagli agenti del locale commissariato di polizia, coordinati dal dirigente Paolo Iodice, la scorsa notte, almeno due o tre persone, forzando una delle finestre di un’aula al piano terra, sarebbero penetrate all’interno dell’istituto. Una volta dentro, i componenti della banda sono stati praticamente costretti ad accontentarsi di portare via solo due proiettori che alimentano le lavagne multimediali presenti in tutte le classi di quello che è l’istituto più informatizzato della città normanna, essendo l’aula informatica ben protetta.

“Hanno prelevato due proiettori da due aule – ha fatto sapere la dirigente scolastica Maria Rosaria Bocchino – dopo essere entrati da una finestra di un’aula al piano terra. Per tutti noi addetti alla scuola è una ferita al cuore per i sacrifici che ci sono dietro ad ognuno di questi mezzi che cerchiamo di mettere a disposizione dei nostri studenti con l’obiettivo di offrire una didattica al passo coi tempi”.

La stessa dirigente dell’istituto che ospita circa settecentocinquanta ragazzi, con evidente sconforto aggiunge che i malviventi nello scardinare i due proiettori dalle pareti hanno rovinato le due lavagne multimediali alle quali erano attaccati ed ora si sta verificando se siano ancora utilizzabili.

Nell’istituto di via Ovidio si evidenzia come la scuola non abbia alcun impianto di allarme né di videosorveglianza né blindature particolari per evitare un facile accesso attraverso i locali ubicati a piano terra, nonostante più volte dall’istituto siano partite richieste in tal senso. Ad impedirlo soprattutto la scarsità di fondi nelle casse del comune.

“Stigmatizziamo – ha dichiarato da parte sua l’assessore all’Istruzione Federica Turco – questi episodi che non dovrebbero accadere in assoluto, ma soprattutto nelle scuole. Auspichiamo che le forze dell’ordine facciano luce sull’episodio risalendo ai colpevoli ed esprimo piena e convinta solidarietà alla dirigente scolastica, con la quale mi sono sentita per fare il punto della situazione, e al personale tutto della scuola Pascoli”. “Obiettivo della programmazione della nostra amministrazione – ha concluso l’esponente di ‘Noi Aversani’ – è quello di mettere in sicurezza tutti gli istituti che dipendono dal comune, ma, ovviamente, ci tocca anche fare i conti con i noti problemi economici che affliggono tutti gli enti locali”.

Gli ultimi furti ai danni di istituti scolastici nella città normanna sono relativamente recenti. Nei primi giorni dello scorso mese di novembre, un gruppo di ragazzi penetrò (ripresi dalle telecamere) nella scuola privata La Sala portando via materiale informatico. In precedenza un altro furto si era registrato all’istituto tecnico Osvaldo Conti dove i soliti ignoti fecero incetta di notebook e tablet.

Nei comuni dell’Agro Aversano, invece, ultimo colpo in ordine di tempo, nel corso delle ultime festività natalizie, ai danni dell’istituto comprensivo di Succivo, anche in questo caso con bottino costituito da materiale informatico e con danni alle suppellettili. Ma, l’istituto maggiormente bersagliato è l’istituto comprensivo di Teverola che è stato oggetto di furti a più riprese negli ultimi anni.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Aversa, "movida selvaggia": Palmiero chiede alle autorità di far rispettare le regole - https://t.co/jGzaH8SCnN

Roma Presidente della Repubblica di Colombia 22 10 18: https://t.co/csQ7LFeO1i tramite @YouTube

Roma - Conte incontra il Presidente della Colombia (22.10.18): https://t.co/UknGwWZVxs tramite @YouTube

Aversa tra le “100 mete d’Italia” https://t.co/D6GQHHvCGz

Condividi con un amico