Castel Volturno - Cancello ed Arnone

Ucciso e gettato in un laghetto a Castel Volturno: riaperto il caso di Pietro Moscato

I carabinieri della stazione di Grazzanise, a Castel Volturno, imìn via Mezzagni, nell’area adiacente la struttura denominata “Hyppocampo”, stanno svolgendo ulteriori accertamenti delegati dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, anche con l’ausilio del Nucleo elicotteristi carabinieri di Pontecagnano, sui luoghi adiacenti l’area dove il 5 gennaio 2012 venne ritrovato il cadavere del 24enne Pietro Moscato.

Si cercano, in particolare, lo scooter di proprietà del giovane – che era un incensurato – e l’arma del delitto. Quel coltello che potrebbe svelare altri retroscena nell’ambito di una indagine riaperta.

Il giovane fu ucciso con numerose coltellate e successivamente gli furono legate le mani e i piedi ad alcune pietre affinché il suo corpo affondasse nel laghetto della zona, profondo circa due metri.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Ancona, calca in discoteca durante concerto Sfera Ebbasta: 6 morti e 120 feriti - https://t.co/4BxNIXAqtF

Napoli, il Vesuvio celebrato sulle cravatte della Maison Cilento - https://t.co/NjKXIlvgLp

Napoli, Dries Mertens alla serata di beneficenza dei commercialisti - https://t.co/MPO2R4PCfC

Teverola, l'Azione Cattolica Sant'Agnese festeggia 80 anni di vita - https://t.co/LQWQSWsH6M

Condividi con un amico