Sant’Arpino

Sant’Arpino, il sindaco: “Anche sulla differenziata ‘Al Centro’ manca il bersaglio”

“Pur chiamandosi “Sant’Arpino al Centro” non centrano mai il bersaglio manco per errore”. Comincia in modo ironico la risposta dell’amministrazione comunale retta dal sindaco Giuseppe Dell’Aversana alle ultime affermazioni del gruppo politico di opposizione.

La maggioranza attraverso il vicesindaco con delega alle Politiche Ambientali Caterina Tizzano ribatte alle accuse dichiarando: “Gli esponenti di ‘Sant’Arpino al Centro’, nella  nota diffusa domenica, sostengono che  nella brochure in distribuzione in questi giorni l’Amministrazione Comunale ha scritto  che la percentuale di Raccolta Differenziata  sia pari al 48%. Basta leggere invece il materiale distribuito per rendersi conto che questa cifra non è mai stata dichiarata. Nel  nuovo Piano Ambientale  è scritto invece che la percentuale di Raccolta Differenziata è ferma al 42%. Loro che lo hanno votato insieme a noi avrebbero dovuto leggerlo. Ricordiamo che in questi giorni sono in corso i preparativi per l’imminente partenza del nuovo sistema di raccolta dei rifiuti che partirà il giorno otto febbraio.

“Presi dalla frenesia di dire qualcosa – prosegue il sindaco Dell’Aversana – hanno trascurato un  particolare. Il nuovo Piano Ambientale, partirà il prossimo 8 febbraio 2017, mentre attualmente  è in vigore un sistema di raccolta promosso proprio da quanti oggi fanno critiche. Il sistema di raccolta è stato attuato finora  con una serie di ordinanze, non in linea con il piano attualmente  vigente e approvato  nel lontano 2008. Per stilare il nuovo Piano Ambientale, abbiamo dovuto sistemare tutto lo sfacelo burocratico che ci siamo ritrovati una volta insediatici, ed in un  solo colpo siamo riusciti a risparmiare una cifra consistente rispetto all’anno precedente della loro gestione sui rifiuti differenziati, in particolare carta e cartone plastica, vetro e ingombranti. L’anno precedente tale servizio è costato 55 mila euro mentre per il secondo semestre 2016 e per tutto l’anno 2017 costerà zero euro”.

Per quanto attiene ai costi per il nuovo e moderno sistema di raccolta il vicesindaco con delega all’Ambiente Caterina Tizzano dichiara con una punta d’orgoglio: “Abbiamo elaborato un progetto, con  richiesta di finanziamento alla Regione Campania per implementare il sistema di Raccolta Differenziata chiedendo l’erogazione di 170 mila euro per un nuovo Centro di Raccolta, l’acquisto di 2 isole ecologiche itineranti, di 2 automezzi per il riassetto del territorio e la realizzazione  di un piano di comunicazione. Progetto che a giorni riceverà l’integrale approvazione.  Con il medesimo Piano Ambientale abbiamo messo appunto un regolamento per i cittadini, grazie al quale se tutti conferiranno il massimo dei rifiuti differenziati al Centro di Raccolta Comunale ci potrà essere un considerevole  risparmio  per i cittadini virtuosi”.

“In altre parole – concludono gli amministratori santarpinesi – in pochi mesi abbiamo programmato tutto quello che in passato non era stato nemmeno pensato”. Dunque si preannunciano novità considerevoli per i cittadini nel campo della raccolta dei rifiuti che nel corso della recente campagna elettorale è stato il tema principale di discussioni e polemiche.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico