Mondragone - Carinola - Falciano del Massico

Mondragone, “Città Possibile” smentisce voci su sostegno a candidatura di Piazza

Mondragone – Siamo allibiti dinanzi ad alcune voci sulla situazione politica mondragonese alla vigilia delle imminenti elezioni amministrative.

Apprendiamo che il nostro movimento appoggerebbe una possibile candidatura del consigliere Giuseppe Piazza, insieme al movimento “Mondragone. Bene Comune”. Inoltre, viene specificato che ‘Mondragone Città Possibile’ farebbe capo a Gianni Sapio e Umberto Cinque, nomi a noi completamente sconosciuti ed estranei al percorso del nostro gruppo.

La nostra storia parla chiaro: Mcp è un movimento di opinione antifascista e antirazzista che si rifà ai valori della Sinistra socialista. Il nostro vuole essere un percorso di aggregazione politica e sociale nel tentativo di costruire, attraverso esempi di partecipazione e autonomia, un nuovo modello di comunità lontano dalle logiche familistiche e affaristiche che da anni occupano abusivamente la vita politica della nostra città.

Siamo fortemente convinti che a Mondragone c’è bisogno di un cambiamento in chiave progressista che porti la parte sana della città e i giovani a decidere sulle sorti del nostro territorio, in antitesi con le politiche scellerate degli ultimi trenta anni. Per questi motivi, le illazioni diffuse sono totalmente infondate, dato che il nostro Movimento non ha nessuna intenzione di allearsi per le prossime elezioni con le forze citate nell’articolo, né tantomeno sostenere nomi e sigle dell’attuale maggioranza e opposizione.

La nostra è una presa di posizione contro coloro che negli ultimi anni hanno avuto responsabilità gravissime nel degrado politico, sociale ed economico della nostra città ed è impensabile che un Movimento come il nostro, nato e alimentato dalla volontà di liberare la Città da insane dinamiche e vecchi nomi, possa appoggiare chi puntualmente si ripropone con alleanze trite e ritrite pur di difendere e restaurare i vari nepotismi che continuano a distruggere la nostra fragile comunità.

Pertanto, si eviti di alimentare “trappole mediatiche” più o meno camuffate, finalizzate ad omologare la nostra storia a quella degli altri protagonisti della scena politica mondragonese.

“Mondragone Città Possibile”

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico