Aversa

Aversa, il sindaco De Cristofaro vigila sulla movida: “Presto attueremo il progetto Castaldo”

Aversa – «In queste ultime notti di movida sono andato personalmente dopo la mezzanotte nei locali dove veniva ancora emessa musica, ho spiegato ai titolari l’ordinanza e le relative prescrizioni e tutti hanno spento la musica senza che vi fossero problemi».

A parlare il sindaco di Aversa Enrico De Cristofaro che ha deciso di essere particolarmente presente nel tentativo di risolvere una volta per tutto i problemi derivanti dal fenomeno movida con l’obiettivo di metter d’accordo tutte le parti in causa, dai titolari degli esercizi commerciali ai residenti nei luoghi topici della movida, tipo via Seggio o la zona del Duomo, ai giovani.

«Da domani (oggi chi legge, ndr) inizierò ad avere incontri con l’architetto Luca Fabozzi e l’ingegnere Tito Fatatis, autori del progetto dell’associazione Democrazia & Territorio, che abbiamo condiviso come amministrazione comunale, oltre che con il comandante della polizia municipale Stefano Guarino. L’obiettivo è quello di far partire al più presto questo dispositivo che ha portato avanti l’avvocato Antimo Castaldo, morto solo qualche giorno fa».

Un progetto che prevede otto varchi d’ingresso per accedere alla zona movida, un ampliamento della zona a traffico limitato per aree limitrofe a via Seggio, interessando di fatto tutto il centro storico cittadino. Centro al quale sarà possibile accedere lasciando le autovetture in cinque parcheggi pubblici segnalati con pannelli luminosi indicanti il numero dei posti liberi, che saranno a pagamento e controllati perché non vi siano danni né furti alle autovetture, garantendo la sicurezza dei cittadini con le forze di polizia municipale alle quali dovranno aggiungersi polizia di stato e guardia di finanza che l’amministrazione comunale intende coinvolgere in maniera totale affinché vengano rispettati i regolamenti comunali e le norme che governano le attività commerciali.

«Un progetto che – aveva detto al momento della presentazione Castaldo, che era stato anche assessore alla mobilità – si ripaga da solo, potendo utilizzare gli introiti dei parcheggi per coprirne i costi».

Particolare attenzione verrà posta a quelle norme che regolano la somministrazione di bevande negli orari stabiliti e il divieto di somministrazione di alcolici ai minori, regola, quest’ultima, attualmente, non sempre rispettata come è facile osservare girando per via Seggio e dintorni. Attenzione al controllo delle emissioni sonore, al rispetto degli orari fissati per consentire la musica nei locali. Naturalmente la ztl sarà video sorvegliata con la possibilità di contravvenzionare le autovetture che passeranno senza averne diritto.

«Ho richiamato – ha concluso da parte sua il primo cittadino normanno – l’attenzione di quanto dovranno effettuare i controlli al rispetto della legalità in generale, ma anche per i controlli della spazzatura lasciata fuori dai locali il sabato notte tenuto conto che la domenica la Senesi non effettua il ritiro dei rifiuti».

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico