Aversa

Aversa, chiesta proroga per luna park al Parco Pozzi: si spacca la maggioranza

Aversa – Era stato il luna park della discordia ai tempi delle giunte dei sindaci Domenico Ciaramella e Giuseppe Sagliocco, torna ad esserlo oggi. Stiamo parlando delle giostre che la famiglia Cioffi ha installato nel parco Pozzi su autorizzazione dell’amministrazione guidata dal sindaco attuale, Enrico De Cristofaro.

Installazione, a termine sino al prossimo 29 gennaio, che non tutta l’amministrazione in carica ha condiviso, tenuto conto che, secondo molti, per decoro, non doveva proprio essere concessa dopo che Sagliocco, grazie ai lavori di restyling dell’area, era riuscito a mettere fuori le giostre. Un provvedimento, quest’ultimo, impugnato dinanzi alla magistratura dai titolari del luna park.

In occasione delle festività natalizie, nonostante vi fosse un contenzioso in atto tra il comune e la famiglia Cioffi, proprietaria delle giostre, il primo cittadino ha concesso una nuova installazione sino al 29 gennaio. Installazione avvenuta, tra l’altro, sulle aiuole, non essendovi più l’area asfaltata che in precedenza ospitava il luna park.

Un provvedimento sopportato facendo buon viso a cattivo gioco da parte degli appartenenti a “Noi Aversani” (che vanta ben quattro consiglieri comunali oltre a due assessori, tra cui il vicesindaco), convinti che per il decoro del parco quelle giostre non devono esserci. Ma solo perché doveva essere una presenza a termine.

Da qualche giorno, però, i Cioffi hanno presentato richiesta di “una proroga della concessione dell’area Parco Pozzi al 30 aprile 2017, per cercare di recuperare le spese sostenute per la realizzazione della manifestazione richiestami da questa amministrazione, patrocinando, appunto, l’installazione della pista di pattinaggio sul ghiaccio gratuitamente per tutti, inoltre, considerando soprattutto il fatto che questo tipo di attività si svolge al meglio solo nei fine settimana, condizioni climatiche permettendo. Dichiarandomi, altresì disponibile ad organizzare manifestazioni di beneficenza ed eventi patrocinati dal Comune di Aversa come, ad esempio: Giornata dei meno abili e Giornata degli orfanelli, offrendo loro l’intero parco per tutta la giornata gratuitamente o per qualsiasi altra manifestazione si voglia organizzare per i cittadini”.

Una richiesta che ha letteralmente spaccato la maggioranza, con gli esponenti di “Noi Aversani” schierati per il ‘no’ e il sindaco, l’assessore alla Cultura, Alfonso Oliva, e il consigliere comunale di Forza Aversa Michele Galluccio per il ‘Sì’. Un braccio di ferro, che. Al di là della consistenza del contenuto, della motivazione, rischia di deteriorare in maniera seria i rapporti all’interno della coalizione di maggioranza.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico