Sant’Antimo

Estorsione per il permesso di soggiorno, condannata donna di Sant’Antimo

Una donna di Sant’Antimo, G.B., è stata condannata a tre anni e quattro mesi di reclusione per un’estorsione ai danni di un ragazzo pachistano. L’udienza si è tenuta dinanzi al giudice monocratico del tribunale di Napoli Nord, dottoressa Ferrara. La Procura aveva chiesto quattro anni di reclusione.

Il giovane straniero ha raccontato che era stato costretto più volte a versare somme di denaro all’imputata per ottenere il permesso di soggiorno, mai realizzatosi.

La donna, che aveva trattenuto i documenti dell’immigrato, costringendolo anche a lavori saltuari in cambio dell’agognato permesso di soggiorno, veniva arrestata in flagranza di reato dai carabinieri al momento della dazione del denaro da parte della vittima e sottoposta ai domiciliari.

Ora in libertà e senza misure cautelari, rappresentata e difesa dall’avvocato Pasquale Delisati di Marcianise, proporrà appello per far luce sulla vicenda.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Parma, sequestrato cantiere centro commerciale vicino aeroporto: 3 indagati in Comune - https://t.co/QEz7kiJNFV

Collisione tra navi in Corsica: concluse operazioni di recupero carburante (19.10.18) - https://t.co/2dBh8drpGf

Condono, Salvini: "Verità agli atti, per scemo non passo". Lo spread tocca i 340 punti - https://t.co/PvV8z4VElh

Bari, scacco ai Capodiferro di San Girolamo: arresti e sequestri https://t.co/lDMeJPFot5

Condividi con un amico