Esteri

Siria, Aleppo: evacuata anche Bana Alabed, la bimba che twittava sotto le bombe

Tra le persone che sono riuscite ad abbandonare Aleppo Est c’è anche lei, la piccola Bana Alabed. A soli 7 anni, questa bambina è già conosciuta da tutto il mondo per avere raccontato attraverso il suo profilo Twitter cosa vuol dire abitare nella città siriana martoriata dalle bombe.

La sua presenza tra i civili evacuati è stata confermata dal responsabile dell’ong umanitaria Syrian-American Medical Society: in totale a lasciare la parte orientale della città controllata dai ribelli sono circa tremila persone, più del doppio rispetto alla cifra rivelata in precedenza dal dottor Ahmad Dbis, che coordina la squadra di medici e volontari preposti alle operazioni.

Grazie ai brevi racconti e alle fotografie postate sul suo profilo Twitter, Bana Alabed, figlia di Fatemah (ex insegnante d’inglese) e Ghassan, che lavorava al consiglio comunale, ha raccontato al mondo intero quello che provano i bambini a vivere tra la morte e la paura nella città siriana distrutta.

Sul suo diario social la piccola si abbandonava spesso ai ricordi della sua vita prima della guerra: “Non ho più avuto nuovi giocattoli, ma amo quelli che ho, soprattutto la mia bambola col vestito rosa”, scriveva. E sotto l’hashtag #Aleppo twittava anche accorati appelli: “Fermate la guerra, vogliamo la pace, come farò a diventare un’insegnante come mia madre. Il mio sogno morirà con le bombe”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico