Esteri

Germania, attentato fallito: arrestato 12enne

Un potenziale attentato è fallito in Germania, presso i mercatini di Natale. Ad essere responsabile un bambino di appena 12 anni.

Sta facendo scandalo l’età dell’attentatore che avrebbe potuto provocare una strage. Fonti locali hanno riferito che il ragazzino iracheno-tedesco, di Ludwigshafen, sospettato di avere legami con lo Stato islamico, aveva lasciato il suo zainetto contenente un ordigno esplosivo al mercatino di Natale.

La notizia è stata confermata dal giornale tedesco Focus che cita fonti della sicurezza e giudiziarie. Si tratterebbe di un bambino, nato nella stessa città tedesca nel 2004, “fortemente radicalizzato”. Il giovane potrebbe essere stato addestrato da un ignoto membro del gruppo terrorista.

L’episodio riportato dal quotidiano risale allo scorso 26 novembre quando il 12enne avrebbe lasciato il suo zainetto contenente una bomba a chiodi nel mercatino di Natale. L’ordigno artigianale, che potrebbe essere stato fabbricato dal ragazzo stesso, non è esploso per un difetto di miccia.

Fonti locali hanno riferito che il mercatino era molto affollato e l’esplosione dell’ordigno avrebbe potuto provocare una strage.

Lo zaino è stato ritrovato il 5 dicembre in un cespuglio vicino al Comune di Ludwigshafen da un passante che avvertì immediatamente la polizia e gli artificieri intervenuti sul luogo fecero brillare una parte della bomba.

Il ragazzino è stato identificato e arrestato, ora si trova in un carcere minorile.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico