Aversa

Referendum, appello del comitato di Aversa: “Un Sì per non ritornare al passato”

Mancano ormai poche ore al voto referendario e il bilancio è positivo. Abbiamo incontrato tantissime persone, cittadini desiderosi di sapere e di entrare nei contenuti della riforma, chiamati ad esprimersi su tematiche che devono interessare tutti, al di là dell’appartenenza partitica.

Abbiamo parlato di Costituzione e non di altro. Purtroppo rileviamo, con rammarico, che la posizione del No, nella stragrande prevalenza dei casi, non ha contribuito a favorire un confronto costruttivo nel merito, ricorrendo poi frequentemente ad una comunicazione, veicolata soprattutto tramite i social, caratterizzata da considerazioni con poche argomentazioni e non pertinenti il tema.

Molti hanno interpretato, fuorviando la partecipazione dei cittadini, il referendum confermativo come una campagna elettorale contro il governo o contro il Presidente del Consiglio, contro questa o quella legge. Con un linguaggio spesso corrosivo nonché allo scopo di delegittimare una consapevole partecipazione.

Noi sostenitori del Sì, invece, abbiamo preferito far rientrare il dibattito nei binari del dialogo e del confronto sul merito della riforma, indispensabile per una sana democrazia. Solo attraverso la ragione e la moderazione, che nulla tolgono a robuste e civili argomentazioni, si fa un servizio leale e corretto per la politica e la comunità.    

Il nostro auspicio è che i tanti ancora indecisi possano maturare un proprio convincimento, secondo ragione. È questa una occasione privilegiata in cui, grazie al referendum, ogni cittadino partecipa direttamente alla modifica della seconda parte della Costituzione, richiesta da fin troppi decenni. Con il voto di domenica 4 dicembre ognuno di noi diventa cittadino costituente.

È indispensabile proseguire il percorso già avviato di innovazione e riforme, in uno scenario europeo che richiede stabilità e credibilità. Altrimenti significherebbe ritornare al passato. 

Comitato Aversa per il Sì – Basta un Sì 

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico