Aversa

Aversa, Dello Vicario: “Il sindaco blocca i lavori della Commissione Trasparenza”

Aversa – La maggioranza guidata dal sindaco Enrico De Cristofaro viola le garanzie a favore delle minoranze bloccando i lavori della commissione consiliare trasparenza. Per questo motivo il presidente dell’organismo eletto nell’agosto scorso, il capogruppo consiliare di Forza Italia Gianpaolo Dello Vicario ne ha convocato i componenti per questa mattina, alle 11.30, per discutere delle proprie dimissioni.

«Subito dopo – ha dichiarato l’avvocato aversano, ex vicepresidente dell’amministrazione provinciale di Caserta – ne darò comunicazione al prefetto per violazione di fatto dell’articolo 43 dello statuto comunale che prevede ‘Forme di garanzia delle minoranze’ che prevede l’attribuzione alle minoranze della Presidenza delle Commissioni Consiliari con funzioni di controllo e di garanzia, che il Consiglio Comunale riterrà di istituire».

«Dopo aver convocato –continua Dello Vicario- in maniera provocatoria tutti i giorni, mattina e pomeriggio, con all’ordine del giorno solo ed esclusivamente ” varie ed eventuali” senza che, nonostante questo, la maggioranza non abbia garantito lo svolgimento della commissione facendo mancare il numero legale, appare chiaro la volontà di bloccare i lavori. Da qui la richiesta di intervento del prefetto di Caserta per riportare la regolarità amministrativa».

Componenti della commissione oltre allo stesso presidente e Marco Villano, capogruppo consiliare del Partito Democratico, sono, in rappresentanza della maggioranza: Renato Oliva, Francesco Sagliocco e Danila De Cristofaro.

«Quelle delle dimissioni del presidente è un atto politico dovuto. Dello Vicario – ha dichiarato Marco Villano – viene messo nell’impossibilità di far funzionare una delle commissioni consiliari più importanti che i componenti della maggioranza non intendono far funzionare per non discutere di episodi e atti imbarazzanti quali la vicenda dello stadio e di Aversa Normanna, le modalità di scelta dell’addetto stampa, il fitto per l’archivio comunale, l’oscura vicenda dell’ex deposito delle tranvie fuori sant’Anna. A dispetto della trasparenza e della legalità che questa amministrazione ostenta a parole, nella pratica si comporta al contrario».

«Se sono vere, poi, – conclude Villano – le voci che vogliono un incontro tra l’europarlamentare Nicola Caputo con il sindaco De Cristofaro per l’appoggio nel Consorzio Idrico dove dovrebbe entrare il consigliere di maggioranza Francesco Di Virgilio, dopo essere stato presente con Zinzi alle iniziative per il No al Referendum Costituzionale, non possiamo più credere che, come va dicendo, il sindaco non sia un politico. Possiamo, però, dire che è un opportunista».

Di tutt’altro tenore le dichiarazioni del primo cittadino che afferma: «La commissione trasparenza per noi deve funzionare, ma non è possibile che venga convocata, come il suo presidente ha fatto, a giorni alterni su un solo argomento, ma avrebbero voluto un solo giorno a settimana con più argomenti da discutere. Insomma, un problema di ordine pratico, senza nulla di ostativo. Consiglio a Dello Vicario di verificare se quanto io dico è vero o meno. Facci auna convocazione seria della commissione e vedrà che gli esponenti della maggioranza saranno presenti».

«Smentisco categoricamente – conclude commentando il presunto incontro per il consorzio idrico – la notizia dell’incontro con l’onorevole Caputo, per quanto mi riguarda abbiamo una riunione per decidere insieme ai capigruppo, ma non ho deciso nulla in prima persona».

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico