Esteri

Trump è il nuovo presidente Usa: “Rinnoveremo il sogno americano”

Donald Trump sbaraglia tutti e diventa il 45esimo presidente degli Stati Uniti d’America. Il candidato repubblicano ha conquistato la Casa Bianca superando i 270 elettori necessari per espugnare la presidenza. La sua avversaria, la candidata democratica Hillary Clinton, tramite il suo segretario, gli ha già concesso telefonicamente la vittoria.

Il miliardario, una volta ufficializzata la vittoria, è salito sul palco con la famiglia al completo, visibilmente emozionato, per il primo discorso. Con lui nella sala dell’Hilton hotel di New York, Melania, la nuova first lady vestita di bianco, e tutti i figli. Come colonna sonora la musica di Independence Day.

“Ho appena ricevuto le congratulazioni di Hillary Clinton e io mi congratulo con lei per la sua campagna. E’ il momento di unirci e di curare le ferite delle divisioni. Sarò il presidente di tutti gli americani”, ha detto Trump. “Cercheremo alleanze, non conflitti, nel mondo. Gli Stati Uniti andranno d’accordo con tutti coloro che vorranno andare d’accordo con noi”, ha sottolineato.

“Lavorare insieme – ha aggiunto – ci porterà alla ricostruzione della nostra nazione e al rinnovamento del sogno americano. La nostra non è stata una campagna ma un movimento incredibile costituito da milioni di donne e uomini che lavorano duro per il loro Paese e che vogliono creare un futuro migliore per sé e per le loro famiglie. Un movimento formato da americani di tutte le razze, religioni e credo che vogliono rispettare il nostro governo che è al servizio del popolo. Gli uomini e le donne dimenticati di questo Paese non lo saranno più”.

Vladimir Putin si è “congratulato” con Trump per la vittoria e si augura che i “rapporti russo-americani possano uscire dalla crisi”. Il presidente russo – che ha inviato un telegramma al nuovo presidente Usa – si dice “sicuro” che il dialogo fra Mosca e Washington risponda “agli interessi dei due Paesi”. Lo fa sapere il Cremlino citato dalla Tass.

Il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk e quello della Commissione Jean Claude Juncker si sono congratulati con Trump in una lettera congiunta. “Oggi – scrivono – è più importante che mai rafforzare le relazioni transatlantiche. Non dovremmo risparmiare alcuno sforzo per assicurare che i legami tra noi restino forti e duraturi”. Nella missiva, Tusk e Juncker hanno anche invitato Trump a visitare l’Europa per un summit Ue-Usa appena possibile.

Mentre “il mondo saluta l’elezione di Trump”, il premier italiano Matteo Renzi si è congratulato con il nuovo presidente Usa “a nome dell’Italia, e gli auguro buon lavoro convinto che l’amicizia resti forte e solida”. Per il premier “questo è il punto di partenza per tuta la comunità internazionale anche al netto di certe diffidenze da campagna elettorale. E’ un fatto politico nuovo che assieme ad altri dimostrano come siamo in una stagione nuova”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Unable to load Tweets

Condividi con un amico