Aversa

Aversa, celebrazione Defunti diventa “festa del parcheggiatore abusivo”

Festa del parcheggiatore abusivo più che Commemorazione dei Defunti la quattro giorni appena trascorsa ad Aversa. Nella città normanna, infatti, si è assistito ad una vera e propria divisione militare del territorio circostante il cimitero.

Una decina di individui, di diverse nazionalità, italiani compresi, almeno stando alle apparenze, hanno dato vita ad una sorta di cooperativa multietnica che ha monopolizzato ogni spazio libero dove era possibile (anche se non consentito) sostare una vettura. Vere e proprie forche caudine alle quali nessuno di quanti si sono presentati in auto al camposanto hanno potuto sottrarsi.

Eppure (occorre riconoscerlo) l’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Enrico De Cristofaro, si era data da fare per fare in modo che tutto andasse per il meglio, compresa la previsione della gratuità della sosta nel parcheggio a pagamento con le strisce blu in occasione delle festività di Ognissanti e della Commemorazione dei Defunti.

Gratuità, quindi, nei confronti del Comune e della collettività non di un gruppo di energumeni che ha imposto la sua gabella per consentire ai visitatori del sacro luogo giunti sul posto con l’auto.

La circostanza da stigmatizzare è che tutto questo avveniva sotto gli occhi (o dietro le spalle) degli agenti di polizia municipale che si sono guardati bene dall’intervenire per bloccare l’illecita attività in corso alla luce del sole. Nonostante fossero presenti praticamente in forze (una vettura con due vigili lato Cesa, una seconda poco prima del liceo scientifico, un furgoncino davanti al cimitero e una terza vettura all’altezza della parrocchia di San Michele, tutti i mezzi con due agenti a bordo) i vigili, come si è potuto constatare nel pomeriggio del 2 novembre, si sono guardati bene dallo scendere dai mezzi di servizio.

Bisogna, comunque, ad onor del vero, dare atto che il dispositivo per le regolamentazione del traffico previsto dall’Amministrazione Comunale ha dato i suoi frutti e non si sono verificati ingorghi particolari. Ha, inoltre, funzionato, il giorno primo novembre il servizio di navetta gratuito con andata e ritorno dal cimitero tra le ore 7.20 e le ore 18.30 con tre linee in partenza da piazza Trieste e Trento, piazza Crispi e Rione Gescal.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Aversa, abbattimento di pini a rischio nel Parco Pozzi https://t.co/mZ8pTOuGtU

70 anni Dichiarazione Diritti dell’Uomo: a Napoli unica tappa italiana di Human Rights Film https://t.co/zIRfdYatjr

Liberato, in migliaia acclamano il rapper senza volto https://t.co/JvAHFfXVtL

Napoli - Liberato, in migliaia acclamano il rapper senza volto (10.05.18) https://t.co/afciQg3PvQ

Condividi con un amico