Napoli

Napoli, disgelo con Renzi? De Magistris: “Vediamo se non è un pacco”

Napoli – “Dobbiamo verificare e capire se si tratta di pacchi o di paccotti, perchè sul tavolo ci sono 308 milioni di euro per edilizia e trasporti”. Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, si è espresso riguardo la cosiddetta “Operazione Disgelo” che dovrebbe portare nelle prossime ore alla firma del Patto per Napoli, in Prefettura, alla presenza del premier Matteo Renzi e del primo cittadino partenopeo.

La basi dell’accordo sono state gettate nel corso di un vertice tecnico che si è svolto venerdì a Palazzo Chigi dove tra gli altri c’erano per il Comune il capo di gabinetto Attilio Auricchio e il referente per i finanziamenti europei Sergio Avolio mentre per il governo tra gli altri c’era il vicesegretario generale Salvo Nastasi, che è anche il commissario per Bagnoli.

Al centro del dibattito: gli interventi da finanziare per tentare di far ripartire lo sviluppo del capoluogo campano nell’ambito di un quadro più generale di opere previste nel Patto per la Campania da 9 miliardi e mezzo di euro, siglato a fine aprile da Renzi e De Luca.

Si tratta ora di far coincidere le priorità della Regione con quelle del Comune, impresa non facile. La firma del Patto sarebbe già stata fissata: giovedì, nella sede della Prefettura partenopea, infatti, Renzi e de Magistris potrebbero ritrovarsi per una firma che siglerebbe la fine di uno strappo istituzionale, ma vista la delicatezza della situazione il sindaco de Magistris ha sottolineato.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico