San Marcellino

San Marcellino, Don Salvatore Verde lascia la parrocchia e saluta i fedeli

San Marcellino – Riceviamo e pubblichiamo di seguito la lettera scritta dal parroco don Salvatore Verde, che il prossimo 25 ottobre saluterà la comunità di San Marcellino e inizierà il suo nuovo cammino nella comunità di Pascarola di Caivano.

Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date (Mt 10,9). Carissimi amici di san Marcellino, con queste parole di Gesù, rivolte ai suoi apostoli nel vangelo, desidero rivolgere a tutti e a ciascuno di voi il mio saluto di arrivederci, dopo un’esperienza di circa nove anni vissuta tra voi, iniziata il 13 Maggio del 2008, quando il Vescovo di allora, mons. Milano, mi scelse per venire tra voi come parroco.

È stata un’esperienza ricca di eventi che hanno certamente riempito la mia vita di nuovi volti, relazioni e situazioni. Abbiamo lavorato tanto insieme e tanto è stato fatto con il vostro prezioso contributo e soprattutto con la mano di Dio, che ci ha guidati in questa bella e straordinaria “avventura” vissuta insieme. Ringrazio coloro che mi sono stati vicino e con me hanno collaborato a guidare la numerosa realtà parrocchiale. Ringrazio coloro che hanno contribuito con fatica e con offerte al restauro della casa di Dio, ritornata agli antichi splendori. Ringrazio chi ha lavorato al mio fianco per ripristinare la vita pastorale attraverso i numerosi gruppi e associazioni ora presenti in parrocchia. Ringrazio chi ha faticato con me a ripristinare con decoro la tradizionale festa patronale. 

Ringrazio tutta la comunità per la generosità sempre usata nei confronti della Chiesa, grazie alla quale, oltre ad aver effettuato numerosi e significativi lavori di restauro su tutta la struttura dell’edificio sacro, siamo riusciti anche a lasciare in attivo le casse economiche della parrocchia e del comitato festeggiamenti patronali. Ringrazio chi ha lottato insieme a me per ottenere tutti questi risultati. 

Certo, non sono mancati momenti difficili, ma questi fanno parte del naturale decorso della vita. Se ci pensiamo bene, dobbiamo riconoscere che sono stati proprio i momenti difficili ad aver incentivato in noi l’impegno a non demordere e ad andare avanti, nella certezza di lavorare per una buona causa: testimoniare la presenza della Chiesa, volto di Cristo, nella nostra comunità cittadina attraverso uno stile di trasparenza e lealtà, che spesso si è  scontrato con la logica dell’interesse di parte, del prestigio, della raccomandazione, della corruzione, dell’egoismo; logiche umane che sono lontane dallo stile di Gesù. Ma la certezza di aver operato per il bene della comunità è stato il pilastro su cui sempre abbiamo fondato le nostre attività e allo stesso tempo giustifica anche qualche errore che purtroppo sono immancabili nel nostro agire umano.

Di questo mi scuso e chiedo perdono. La mia nuova destinazione è la comunità parrocchiale di Pascarola di Caivano, una comunità più piccola, ma che ha bisogno di una guida che la accompagni nel cammino interiore a Dio. Andrò lì a vivere un’altra esperienza come parroco, forte dell’esperienza vissuta in questi anni tra voi. Certamente il distacco è duro, le emozioni che si affollano nel cuore sono tante, ma di una cosa sono certo: di fare la volontà di Dio. Ecco allora il senso delle parole di Gesù: “gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date”.

Credo che in questi anni ho semplicemente dato gratuitamente (e voi con me) ciò che Lui, il Signore, mi ha dato gratuitamente. Per questo motivo nei tantissimi interventi strutturali e pastorali fatti in questi anni non mi è mai piaciuto mettere una targa di memoria… dovrà essere Dio a riconoscere il bene che insieme abbiamo fatto! Ma di una cosa sono desideroso: spero che qualcosa di buono sia stato inciso nel vostro cuore! 

Grazie a tutti. Vi porto nel cuore con riconoscenza e gratitudine. Vi chiedo un’ultima cortesia e cioè di accogliere con gioia ed affetto il nuovo parroco don Antonio Diana, che lunedì 24 ottobre, durante la celebrazione eucaristica delle 19 alla presenza del vescovo, Angelo Spinillo, inizierà il suo ministero tra voi. Il giorno dopo, il 25 ottobre, martedì, alle ore 19, inizierò il mio ministero a Pascarola. Nel salutarvi e ringraziarvi ancora, vi affido a Dio con l’augurio di vivere nella pace e nell’amore la vostra vita. Auguri. Don Salvatore Verde”.

A seguire una galleria di immagini (attendere caricamento…)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico