Gricignano

Puzza, i cittadini presentano esposto alla Procura dopo incendio Ecotransider

Gricignano – I cittadini appartenenti ai comitati spontanei contro la puzza depositano un esposto alla Procura della Repubblica corredato da oltre 300 firme raccolte in piazza domenica mattina.

Nell’esposto emerge la chiara volontà dei cittadini di sapere “chi e quali responsabilità ci sono dietro la permanenza della Ecotransider che continua ad appestare numerosi comuni dell’hinterland aversano e dell’agro atellano”.

I cittadini hanno chiesto di “accertare responsabilità civili e penali di chi era chiamato a vigilare sull’iter d’insediamento e permanenza dell’azienda, dalla prima conferenza di servizi, presumibilmente illegittima, passando per i dirigenti Regionali che non hanno mai prodotto atti consequenziali alle numerose diffide dagli stessi predisposte, fino ad arrivare all’Asl – Distretto 18 di Gricignano di Aversa che continua a disertare il proprio lavoro e i vigili urbani di Gricignano che dopo l’incendio del 5 ottobre non hanno tempestivamente effettuato  sopralluogo e redatto verbale”.

Chiamate in causa dai cittadini anche “le amministrazioni giudiziarie dell’azienda che non hanno mai provveduto ad adeguare l’impianto a fronte delle numerose diffide e prescrizioni e che hanno fatto del deposito incontrollato dei rifiuti un modus operandi”.

I cittadini, inoltre, “a seguito dell’incendio tossico per la salute pubblica, divampato all’interno dello stabile il 5 ottobre scorso, chiedono di accertare le responsabilità civili e penali di chi era chiamato a vigilare ed impedire che ciò accadesse, dal direttore tecnico dell’azienda all’attuale amministratore giudiziario”.

“Al fine di impedire ogni intralcio ai lavori della giustizia e degli organi preposti al controllo – concludono – gli oltre 300 firmatari chiedono provvedimenti idonei all’allontanamento temporaneo dei membri della famiglia proprietaria dell’opificio”.

CLICCA QUI per scaricare il documento presentato alla Procura

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico