Campania

Alternanza scuola/lavoro, Regione Campania stanzia nuove risorse

Napoli – “Il mercato del lavoro è cambiato. E’ cambiata la normativa, cambiata la policy, cambiata l’organizzazione. Il Jobs Act ci ha presentato un nuovo modo di vedere il rapporto di lavoro, con minori barriere in ingresso, bilanciato da un rafforzamento dei servizi al lavoro sotto la direzione di un nuovo organismo: l‘Anpal. In attesa però della piena operatività dell’Anpal ed in assenza di chiarezza sul futuro della decontribuzione, la Regione Campania scatta in avanti e, precorrendo i tempi, si dota di un Piano per il Lavoro”.

Ad annunciarlo l’assessore regionale al Lavoro, Sonia Palmeri, nel corso di una conferenza stampa insieme a Maurizio Del Conte, presidente Anpal e amministratore delegato di Italia Lavoro.

Previsti 400 milioni diretti ad incentivare l’occupazione. Del Piano per il Lavoro 200 milioni appartengono al programma europeo di Garanzia Giovani, mentre altri 200 riguardano i target di inoccupati, disoccupati e soggetti con difficoltà di inserimento lavorativo.

Le misure presenti sono: Garanzia Over, Programma Ricollocami, Formazione e riqualificazione professionale, Workerbyout, Autoimpresa, L.o.a. (lavoro occasionale accessorio) per la Pubblica amministrazione, Training per compere. La Campania ha inoltre varato il provvedimento di decontribuzione al 100% dei contratti a tempo indeterminato, integrando la quota nazionale che si ferma al 40%.

“Il successo delle misure per il lavoro, tuttavia, – aggiunge l’assessore Palmeri – non può prescindere da una contestuale riorganizzazione della rete dei servizi per il lavoro, che dalla presa in carico alla erogazione delle misure, agisca con competenza, professionalità ed efficienza, consapevole di essere il motore del cambiamento. La rete di operatori campani, pubblici e privati, che costituisce l’infrastruttura sulla quale far correre le misure è costituita da 1.500 punti di raccordo della filiera (Comuni, cpi, cop, informagiovani, apl, scuole, atenei) con un totale di oltre 2.300 operatori impegnati nell’erogazione dei servizi. Italia Lavoro è impegnata nel supporto a tutte le strategie, obiettivi e priorità della nostra Regione, proponendo programmi sperimentali come Botteghe dei mestieri e dell’innovazione oppure implementando programmi nazionali quali Fixo Yei, che puntano a sviluppare e potenziare il ruolo di intermediario, sempre più auspicato, della scuola”.

In Campania sono state attivate 19 Botteghe, per 127 aziende, che accolgono 190 giovani dai 18 ai 35 anni in tirocinio. 804 sono, invece, le vacancy pubblicate dalle scuole che incominciano timidamente a fare vero e proprio matching, tra ex studenti e mondo del lavoro.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico