Napoli

Palermo-Napoli 0-3: apre Hamsik, poi doppietta di super-Callejon

Callejon e Hamsik rispondono immediatamente all’amico Gonzalo Higuain e in meno di un tempo, il secondo di Palermo-Napoli, realizzano i tre gol che servono agli azzurri per tornare a casa con una vittoria rotonda. Tre a zero la Juve aveva vinto contro il Sassuolo, con lo stesso risultato la squadra di Maurizio Sarri ha salutato il Barbera.

Callejon realizza la seconda doppietta consecutiva dopo quella di due settimane fa al Milan e il capitano azzurro non manca l’appuntamento contro i rosanero. Ottavo gol con la maglia del Napoli al Palermo ma soprattutto ottantadue gol in totale, così da entrare nella storia.

Il gol di sabato sera, al minuto due del secondo tempo, su perfetto suggerimento di Ghoulam, entra infatti di diritto negli almanacchi: lo slovacco ha superato seppur di una sola rete il totem Diego Armando Maradona.

Il Palermo è stato costretto alla resa dopo un primo tempo senza emozioni, in cui il Napoli seppur stilisticamente bello e con la stessa arte del palleggio dello scorso anno, non era riuscito ad incidere. Quarantacinque minuti in cui si era fatta sentire l’assenza in avanti di un fuoriclasse come Gonzalo Higuain. Al suo posto Milik, al quale era mancata la dose giusta di astuzia per colpire la porta degli avversari. Tre le occasioni nitide avute nel corso del primo tempo, ma l’ex Ajax aveva sofferto la marcatura molto stretta degli avversari.

Il turn over di Maurizio Sarri in avvio di gara era stato inaspettato: in campo Maggio, Zielinski e Insigne, rispettivamente per Hysaj, Allan e Mertens. Una scelta dettata probabilmente dalla prossima sfida di martedì in Champions League contro la Dinamo Kiev.

Il Napoli aveva affrontato con le idee di gioco e le armi di sempre il Palermo di De Zerbi, squadra organizzata e soprattutto messa in campo in maniera speculare. Azzurri padroni del possesso palla e anche stilisticamente belli, ma non pronti ad infierire la retroguardia, per la verità molto modesta, della squadra avversaria.

Spettacolo tutto sommato gradevole ma senza particolare guizzi. In avvio di ripresa, la sveglia azzurra: al secondo minuto il gol del capitano Marek Hamsik e in mezzora la doppietta di Callejon. Hamsik a fine partita: “Siamo una squadra creata per fare molti gol, e questo a prescindere da Higuain. Aver raggiunto e superato Maradona è una soddisfazione personale, ma la vittoria della squadra in questo momento è più importante”.

Maurizio Sarri è tornato a casa soddisfatto: “Abbiamo lavorato ai fianchi nel primo tempo per poi affondare i colpi nella ripresa. Sono contento per Insigne, nell’ultima settimana ho visto un’ulteriore crescita. Un salto mentale importante. Ho rivisto il giocatore prezioso dell’anno scorso”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico