Home

Loredana Bertè all’Arena di Verona contro il femminicidio

Una serata in musica, all’Arena di Verona, per lottare da donne dalla parte delle donne. Un evento musicale che è stato organizzato da Loredana Bertè, che, festeggia i 40 anni di carriera: l’emozione più volte rompe la sua voce già roca e dura.

Accanto a lei le colleghe e compagne d’avventura quali Elisa, Noemi, Gianna Nannini, Patty Pravo, Alessandra Amoroso, Emma, Irene Grandi, Noemi, Paola Turci, Nina Zilli, Irene Fornaciari, Bianca Atzei, Elodie, Antonella Lo Coco e Aida Cooper. Laura Pausini, seppur assente, ha inviato un video messaggio con il quale ha fatto sentire la sua presenza e la sua vicinanza.

A cedere l’Arena alle “Amiche” è stato Zucchero, nel suo unico giorno di riposo dal Black Cat tour. Un concerto nato per celebrare la Berté e che si è trasformato nei mesi in un atto concreto di aiuto ai 75 Centri anti-violenza della rete D.i.Re, ai quali è andato l’incasso della serata (sold out, con 12 mila spettatori), un primo assegno di 150 mila euro è stato già consegnato ieri sera.

“Il mare d’inverno”, con protagoniste le padrone di casa Mannoia e Bertè, ha dato il via a quasi tre ore di live in cui non sono mancati momenti molto commoventi. In cui ha aleggiato più volte il ricordo di Mia Martini. Da “Luna”, la canzone scritta da Loredana dopo la morte della sorella in cui la Bertè ha duettato con Paola Turci ad “Almeno Tu nell’universo” reinterpretata con Elisa ed Emma, fino a “Stiamo come stiamo” con la giovane Elodie. Ma c’è anche spazio anche per le amiche. La Nannini che regala una versione inedita di “America” (con Loredana) e “I maschi” con Emma e Irene Grandi, Fiorella che ripropone un suo cavallo di battaglia come “Sally” con Irene Grandi, la Turci che imbraccia la chitarra e regala una “Hallelujah” da brividi con Elisa, Patty che duetta con la Zilli in “La Bambola” e tuona: “Le bambole non devono esistere più, speriamo che la paura di queste donne possa diventare il loro coraggio”.

Sul palco arriva Valentina Pitzalis, vittima di violenza: “Sono sopravvissuta e oggi mi piace pensare che sono qui per dare voce a quelle che non ce l’hanno fatta” e la Mannoia incalza: “Smettiamola con frase ‘se l’è andata a cercare’…”. Ma “Amiche in Arena” è una festa in musica. E le protagoniste non possono non ripercorrere i grandi successi di Loredana,.

Tutte, sul finale, le artiste arrivano sul palco per cantante insieme “Amici non ne ho” e un’anomale “Quello che le donne non dicono”. Tutti in piedi in platea per l’ultimo applauso a Loredana Bertè, che a mezzanotte ha festeggiato – forse per la prima volta – anche il suo 66esimo compleanno. Incredula, perché mentre nel maxi-schermo scorrono le immagini di lei che vestita sposa negli anni 80 sfidava il mondo superba a un Festivalbar, piegata negli anni da amori finiti e lutti inconsolabili, mai avrebbe immaginato un regalo così bello.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico