Napoli

Docenti vincitori di concorso ma senza cattedra: protesta a Napoli

Napoli – “Alla ricerca delle cattedre perdute”: i docenti vincitori del concorso 2016 in Campania si sono dati appuntamento oggi davanti alla sede dell’Ufficio scolastico regionale, a Napoli, per chiedere “che fine hanno fatto le cattedre messe a concorso”. “Sono state assegnate”, è la risposta dell’Ufficio scolastico regionale.

Sono oltre mille i docenti che hanno vinto il concorso su base regionale campana nel 2016, graduatorie rese pubbliche tra fine agosto e inizio settembre. Di questi, però, la gran parte rischia di rimanere senza cattedra, almeno quest’anno. “L’85% dei vincitori campani del concorso bandito nel 2016 su base regionale – lamentano – non sarà assunto per l’anno scolastico 2016-2017”.

La preoccupazione è data dalla durata della graduatoria. Ogni tre anni, infatti, deve essere bandito, come spiegano, un nuovo concorso che “fa decadere anche le graduatorie degli anni precedenti”.

Così, ‘archiviato’ l’anno scolastico 2016-2017, già iniziato, ai vincitori di cattedra non resta che sperare nell’immissione in ruolo per i prossimi due anni scolastici. Una delegazione dei docenti è stata ricevuta negli uffici del personale. “Ci è stato detto che la responsabilità, se quest’anno siamo senza cattedra, non è dell’Ufficio scolastico regionale perché la disponibilità dei posti la dà il Ministero dell’Istruzione”, ha fatto sapere Bruno.

“Siamo tutti vincitori di un corso pubblico su base regionale – continua – e quando sono state rese note le disponibilità per l’anno scolastico 2016-2017 ci siamo tutti resi conto che per molte classi di concorso c’erano in realtà zero cattedre a disposizione. Dove sono finite?”.

Il sospetto dei docenti, come racconta Eugenio, è che “le cattedre messe a concorso siano state in realtà ‘occupate’ per la mobilità dei docenti che sono rientrati in Campania da altre regioni”. I manifestanti hanno effettuato una raccolta di firme per sottoscrivere un documento da inviare al Ministero dell’Istruzione e all’Ufficio scolastico regionale campano, per chiedere chiarezza e certezze.

Luisa Franzese, direttore dell’Ufficio scolastico regionale, ha spiegato che “i posti disponibili in Campania, quest’anno sono saturi”. “Abbiamo avuto un paio straordinario di assunzioni, senza precedenti – afferma – Abbiamo fatto un’operazione che ha portato all’immissione in ruolo di tutto il possibile. La Campania prima di altre regioni ha fatto più nomine”. “Le cattedre messe a concorso nel 2016 sono state assegnate tutte – sottolinea in riferimento alla protesa dei docenti vincitori – La graduatoria è triennale”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico