Italia

AULA, Seduta 677 – Riforma della legge elettorale, approvata la mozione di maggioranza

Roma – AULA, Seduta 677 – Riforma della legge elettorale, approvata la mozione di maggioranza

ODG | Resoconto Stenografico | Resoconto Sommario

La Camera ha respinto le mozioni Scotto ed altri n. 1-01314 e Dieni ed altri n. 1-01349, ha approvato la mozione Rosato, Lupi, Monchiero, Dellai, Pisicchio, Alfreider, Parisi, Sottanelli, Formisano, Bueno e Locatelli n. 1-01351 ed ha respinto la mozione Brunetta, Fedriga e Rampelli n. 1-01353 concernenti iniziative in materia di riforma della legge elettorale.

La Camera ha quindi approvato il testo unificato delle proposte di legge: Disciplina organica della coltivazione della vite e della produzione e del commercio del vino (C. 2236-2618-A). Il provvedimento passa ora all’esame del Senato.

Alle ore 15 ha avuto luogo lo svolgimento di interrogazioni a risposta immediata, trasmesse in diretta televisiva, sui seguenti argomenti: elementi e iniziative per contrastare il fenomeno delle morti e degli infortuni sul lavoro (Scotto – SI-SEL); iniziative volte a modificare la normativa in materia di accesso agli indennizzi automatici, nell’ambito della procedura per tutelare i possessori di obbligazioni subordinate che hanno subito una svalutazione dei loro titoli (Galgano – SCpI); chiarimenti in ordine al ruolo del Ministro dell’economia e delle finanze nel cambio del vertice di Monte dei paschi di Siena e all’asserito coinvolgimento della banca d’affari JP Morgan (Brunetta – FI – PdL); chiarimenti in merito a notizie di stampa relative ad un taglio di 1,5 miliardi di euro del fondo sanitario nazionale (Guidesi – LNA); iniziative per avviare le procedure volte a coprire le carenze di organico esistenti nelle diverse sedi giudiziarie (Formisano – Misto); iniziative volte a consentire anche agli insegnanti di religione di svolgere il ruolo di vicari del dirigente scolastico (Santerini – DeS-CD); iniziative urgenti volte a implementare gli interventi di adeguamento sismico, nonché il monitoraggio e le indagini diagnostiche, al fine di garantire la sicurezza degli edifici scolastici (Brescia – M5S); iniziative volte a mettere in sicurezza gli edifici scolastici, con particolare riferimento alla situazione di Messina (Garofalo – AP); misure urgenti a favore del sistema scolastico italiano (Rampelli – FdI-AN); interventi per ridurre gli effetti sul comparto portuale e logistico derivanti dalla crisi della società sudcoreana Hanjin shipping, anche al fine di salvaguardare i livelli occupazionali (Tullo – PD).

Per il Governo sono intervenuti il Ministro del lavoro e delle politiche sociali Giuliano Poletti, il Ministro dell’economia e delle finanze Pier Carlo Padoan, il Ministro per gli affari regionali e le autonomie Enrico Costa, il Ministro della giustizia Andrea Orlando, la Ministra dell’istruzione, dell’università e della ricerca Stefania Giannini e il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico