Sant’Arpino

Sant’Arpino, S&P a Di Santo: “Ruoli suppletivi, ditelo alla Corte dei Conti”

Sant’Arpino – Di Santo e soci hanno prodotto i ruoli suppletivi in quanto negli anni 2013/2014/2015, amministravano loro ed oltre a portare il comune in bancarotta, hanno approvato con determine e rate precise i ruoli suppletivi 2013 e 2014,  poi per calcoli elettorali, hanno fatto delle forzature per non far rispettare le scadenze comunicate alla Iap. Invece il ruolo suppletivo 2015 è stato inserito nel bilancio 2016.

Nessun comune d’Italia ha avuto una gestione del settore rifiuti così disastrosa da produrre tanti ruoli suppletivi. Oggi vogliono dare lezioni a chi con responsabilità istituzionale si prodiga per evitare il dissesto. Questi signori nel bilancio 2016 hanno previsto entrate dai tre ruoli suppletivi e per questo motivo siamo ad emetterli in quanto vige il bilancio armonizzato e scrivere in bilancio un’entrata obbliga ad attivare i processi di riscossione.

Ora danno fiato alla bocca, o ancor peggio scrivono volantini, ove invitano a non pagare, dando così prova di quanto siano ignoranti. Andranno a spiegare alla Corte dei Conti il loro invito a non pagare  in modo che la Corte dei Conti possa prendere atto della mancata emissione degli anni precedenti e ne vedremo delle belle in quanto la mancata emissione di questi ruoli, negli anni precedenti, ha prodotto mancanza di liquidità costringendo il comune a chiedere anticipazioni di cassa al tesoriere con interessi stratosferici.

Avrebbero dovuto inviarli, loro stessi, uno alla volta, anno per anno, quando amministravano. Noi abbiamo messo in riscossione i ruoli suppletivi perché sono costi già pagati dal comune e messi in bilancio come entrate devono essere riscossi, altrimenti si procura un danno erariale all’ente.

Insieme ai suppletivi invieremo di nuovo, i ruoli ordinari a coloro che a suo tempo non li hanno pagati e sarà scandaloso e vergognoso vedere se fra gli evasori si troveranno anche ex amministratori comunali che percepivano l’indennità di carica  ma non  pagavano i ruoli ordinari dei rifiuti, che invece tantissimi cittadini regolarmente pagavano.  

“Speranza e Futuro per Sant’Arpino”

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico