Caserta Prov.

Aversa, i moderati dicono ‘No’ a sosta gratuita per consiglieri

Aversa – E’ una ordinanza da revocare la 178 firmata il 21 settembre dal sindaco De Cristofaro per autorizzare il rilascio di un permesso di sosta gratuita senza limiti nella strisce blu ad assessore e consiglieri durante l’espletamento dei compiti istituzionali.

E’ quanto affermano i componenti della neonata Federazione dei consiglieri moderati Rosario Capasso, Paolo Santulli e Giovanni Innocenti che stanno per presentare al primo cittadino una mozione finalizzata ad ottenerne la revoca.

Autorizzare il rilascio di permessi di sosta gratuita nelle strisce blu ai consiglieri senza limiti orari, validi in ogni parte della città, solo perché lascerebbero l’autovettura parcheggiata mentre esplicano compiti connessi al mandato elettorale ai tre consiglieri sembra essere un atto discriminatorio nei confronti della cittadinanza, un atto che crea sostanzialmente una casta.

“Riteniamo – dice Innocenti facendosi portavoce della Federazione – innanzitutto che sia alquanto difficile stabilire quando un consigliere effettui una sosta per fini connessi al mandato elettorale e quando no, riteniamo ingiusto soprattutto nei confronti dei cittadini un privilegio di questo genere”.

“Nostro malgrado dobbiamo registrare – continua l’esponente di Aversa Più – che finalmente l’amministrazione fa qualcosa per affrontare il problema parcheggi, ma non per la Città bensì per i consiglieri comunali, riuscendo a superare le amministrazioni Ciaramella e Sagliocco poiché nessuno aveva mai immaginato di estendere l’esenzione per tutta la città”.

“Noi consiglieri della Federazione dei Moderati non condividiamo questo tipo di scelta, ma – aggiunge – soprattutto riteniamo che sarebbe bastato fare un permesso esclusivamente per Piazza Municipio e Piazza Don Diana”.

“Per questo – conclude – presenteremo una mozione per chiedere la revoca della delibera ed una riformulazione concedendo l’esenzione dal pagamento del ticket sosta per assessori e consiglieri esclusivamente su queste due aree”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico