Aversa

Aversa, caso Texas. Santulli: “Strategia ‘intimidatoria’ del sindaco”

Aversa – Probabilmente il sindaco non sa fare altro. Ancora una volta leggo che avrei fatto convocare una commissione sulla Texas, il che è falso, non sarei andato a questa fantomatica riunione, il che è falso, e avrei creato un danno economico alla città, il che è falso.

L’unica cosa vera, che non dice, è che ieri, nonostante le polemiche, sono stato in Comune, con l’assessore Michele Ronza, l’architetto Benadusi e l’ingegnere Della Corte a lavorare per il progetto della pista di atletica leggera, delle possibilità di non perdere ulteriore tempo per le autorizzazioni del Coni e di preparare la relazione per la richiesta di proroga del contributo da inviare al Ministero delle Finanze, cose per le quali collaborerò, così come d’accordo con l’assessore. Un incontro molto proficuo cui è intervenuto il campione italiano Giovanni Mondanaro, aversano doc.

Questa strategia “intimidatoria”, messa in atto dal sindaco, vorrebbe, probabilmente, attenuare o distogliere la mia attenzione sulle incapacità gestionali di questa amministrazione.

Non contenti, viene reso noto un mio coinvolgimento nella morosità della squadra di pallavolo. Una vergogna.

Come la città ben sa, non sono il proprietario della squadra di pallavolo, io sono uno sponsor ed ho la carica, onoraria, di vicepresidente.

Da anni sostengo lo sport aversano offrendo come in questo caso, dignità e onore ad Aversa, con risultati importanti. La promozione in serie A dello scorso anno è un altro fiore all’occhiello.

In ogni caso, con gli amici della minoranza, abbiamo già chiesto di conoscere se esiste veramente questa morosità, viste le tante bugie messe in circolazione.

Non ci siamo fermati a questo, ma abbiamo chiesto di conoscere quante sono le morosità verso l’Ente e di chi sono.

Le faremo conoscere alla Città, è una buona idea, potrebbe accelerare i pagamenti al Comune.

Noi però diremo la verità su tutti e non veicoleremo, in modo becero, notizie inventate o di comodo.

Paolo Santulli 

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico