Home

Addio a Gene Wilder, indimenticabile interprete di Frankenstein Junior e Willy Wonka

Dopo le contrastanti voci che si sono susseguite sul web è giunta la conferma della morte dell’attore e regista americano Gene Wilder. E’ stato il nipote Jordan Walker-Pearlman che ha fatto sapere che Wilder si è spento a Stamford, in Connecticut, in seguito a complicazioni del morbo di Alzheimer da cui era affetto.

Tra le numerose pellicole per cui Gene Wilder verrà ricordato, spicca il suo ruolo in “Frankenstein Junior” del ‘74, diretto da Mel Brooks ma nato da un’idea di Gene Wilder che ne scrisse anche la sceneggiatura. L’attore aveva ricevuto due nomination all’Oscar, per il ruolo in “The Producers” e come cosceneggiatore insieme a Mel Brooks di “Frankenstein Junior”.

ll geniale attore protagonista di “Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato” e di altre straordinarie pellicole girate con il suo amico Mel Brooks, si è spento a 83 anni ma il suo ricordo resterà indelebile proprio grazie ai suoi film.

In tutto, Wilder ne ha girati una ventina per il grande schermo e circa 10 tra serie e film tv. Tra i più iconici, naturalmente, oltre a “Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato”, ci sono quelli girati con l’inseparabile Brooks “Per favore non toccate le vecchiette” (1968) e “Frankenstein Junior” (1974) film campione d’incassi in quell’anno.

Ma anche l’indimenticabile “La signora in rosso”, in cui l’attore si riserva il ruolo di regista e protagonista, accanto ad una meravigliosa Kelly LeBrock, il tutto incorniciato dalle note di “I Just Called To Say I Love You”di Steve Wonder che vinse l’oscar e il golden globe per la colonna sonora. Grande prova anche nell’esilarante e controversa commedia di Woody Allen “Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso* (*ma non avete mai osato chiedere)” (1972) composta da sette episodi e il più riuscito è proprio quello con Gene Wilder, intitolato “Cos’è la sodomia”.

L’attore è nei panni del dottor Doug Ross, che si ritrova nel suo studio un paziente (Titos Vandis) innamorato di Daisy una pecora. Gli confessa che la pecora ha smesso di amarlo e lui non sa più come fare. I risvolti saranno più surreali della storia stessa.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico