Orta di Atella

Think Jazz, tre giorni di grande musica al Borgo di Casapozzano

Orta di Atella – Tutto pronto per la seconda edizione del Think Jazz che, ancora una volta, nel primo fine settimana di Agosto trasformerà l’antico borgo di Casapozzano ad Orta di Atella in uno scenario estremamente suggestivo. Da venerdì 5 Agosto e sino a domenica 7 la piazza centrale dell’antico borgo atellano vedrà l’esibizione di alcuni dei più noti musicisti del panorama jazzistico nazionale in occasione del Festival organizzato dall’associazione Think Jazz in sinergia con l’associazione Scott LaFaro.

Ad alzare simbolicamente il sipario sulla rassegna 2016 sarà il concerto dell’Elio Coppola Hammond Trio Feautirng Walter Ricci che prenderà il via alle 21:30 di venerdì. E quella pronta a deliziare le migliaia di fan che accorreranno nel centro atellano sarà una formazione davvero ben assortita con Elio Coppola alla batteria, Ben Paterson all’organo hammond, e Walter Ricci alla voce. Coppola è senza ombra di dubbio uno dei protagonisti della scena jazzistica italiana. Attualmente affianca alla sua attività principale, quella del musicista, il ruolo di direttore artistico del prestigioso festival della musica jazz di Capri, portando sull’isola azzurra alcuni tra i maggiori esponenti mondiali del Jazz. I suoi “ritmi” hanno accompagnato alcuni tra i migliori musicisti al mondo tra cui Benny Golson. Joey De Francesco, Peter Bernstein, Dado Moroni, Ronnie Cuber solo per citarne alcuni. Molto apprezzato dai suoi colleghi, è importante ricordare l’amicizia e la stima reciproca che lo lega al grande maestro Tullio De Piscopo che lo ha invitato recentemente al teatro Mercadante di Napoli per aprire un suo concerto. Per l’occasione si esibirà col suo hammond Ben Paterson, direttamente da New YorK City e ciliegina sulla torta, con il suo ritmo musicale e la sua creatività artistica, sarà Walter Ricci alla voce, che è considerato tra i grandi nomi della scena Jazz del momento. Nonostante la sua giovane età ha già collaborato con artisti di fama mondiale come Micheal Bublè.

Alle 21: 30 di sabato, il cartellone, preparato dall’associazione Think Jazz in collaborazione con l’associazione ScottLaFaro, vedrà l’esibizione della Jerry Popolo Band che nell’occasione presenterà in anteprima il nuovo disco “BELEZA” uscito lo scorso 27 luglio. Ad affiancare Jerry Popolo ed il suo sax, saranno Alessio Busanca al piano, Antonio De Luise al basso elettrico e Luigi Del Prete alla batteria. Popolo non necessita davvero di presentazione. Per lui parla una carriera che ha preso le mosse nel 1985 e che lo ha visto esibirsi in molti prestigiosi Jazz Festival, in tanti Music Club, in tour e occasionalmente con famosi musicisti jazz come Tony Scott, Kenny Barron, Ben Reily, Ray Drummond, Steve Grossmann, Lee Konitz, Benny Golson, Kim Volpe, Giovanni Tommaso e molti altri.   Popolo ha prestato la sua opera in oltre 50 cd di diversi. Nel 2004 e nel 2008 sono stati pubblicati due cd a suo nome con brani originali di sua composizione, rispettivamente “Soul eyes” (Mediterranea) e “Optimum” (Widesound).

Gran finale domenica 7 con la performance dell’Enrico Pieranunzi Trio, insieme al grande Pianista ci saranno Luca Bulgarelli al contrabbasso e Nicola Angelucci alla batteria. Enrico Pieranunzi è a tutti gli effetti uno dei grandi dle jazz mondiale. Pianista, compositore, arrangiatore, ha registrato più di 70 cd a suo nome spaziando dal piano solo al trio, dal duo al quintetto e collaborando, in concerto o in studio, con Chet Baker, Lee Konitz, Paul Motian, Charlie Haden, Chris Potter, Marc Johnson, Joey Baron. Pluripremiato come miglior musicista italiano nel “Top Jazz”, annualmente indetto dalla rivista “Musica Jazz” (1989, 2003, 2008) e come miglior musicista europeo (Django d’Or, 1997) Pieranunzi ha portato la sua musica sui palcoscenici di tutto il mondo esibendosi nei più importanti festival internazionali, da Montreal a Copenaghen, da Berlino e Madrid a Tokyo, da Rio de Janeiro a Pechino. A partire dal 1982 si è recato numerose volte negli Stati Uniti dando concerti in varie città tra cui New York, Boston, San Francisco. Di rilievo la sua partecipazione a Spoleto Festival Usa 2007 (Charleston, North Carolina) che ne ha voluto dare un ritratto completo proponendolo in concerti di piano solo, duo e trio. E’ l’unico musicista italiano di sempre ed uno dei pochissimi europei ad aver suonato e registrato (luglio 2009) nello storico “Village Vanguard” di New York. Proprio per il “Live at The Village Vanguard” gli è stato assegnato nel 2014 il prestigiosoEcho Jazz Award (equivalente tedesco dello statunitense Grammy) come Best International Piano Player. La prestigiosa rivista americana “Down Beat” ha incluso il suo cd “Live in Paris”, in trio con Hein Van de Geyn e André Ceccarelli (Challenge), tra i migliori cd del decennio 2000/2010.

“Questa seconda edizione del Think Jazz – dichiarano gli organizzatori – vuole rappresentare un ulteriore e significativo momento di crescita nel percorso artistico di una manifestazione che, seppur giovane, si augura di offrire ai propri spettatori un cartellone soddisfacente. Ringraziando quanti, a cominciare dagli sponsor, la renderanno possibile, e soprattutto a quanti con il proprio contributo volontario fanno sì che la kermesse riesca nel migliore dei modi. Non ci resta che dare appuntamento per il prossimo fine settimana. Buon Think Jazz a tutti”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico