Cesa

Cesa, vite maritata a pioppo: arrivano 50mila euro dalla Regione

“Viaggio nei Sapori e nella tradizione atellana all’ombra della vite maritata a pioppo” è il nome del progetto che la Regione Campania ha deciso di finanziare, assegnando quasi 50 mila euro. L’iniziativa coinvolto i comuni di Cesa – ente capofila – Succivo e Gricignano di Aversa.

Il bando regionale trova la sua fonte di finanziamento nel Poc Campania 2014/2020 e mira a valorizzare quegli eventi e quelle iniziative turistiche che possono attrarre turisti sul territorio.

In particolare il progetto è stato ritenuto meritevole di finanziamento nell’ambito di quelle iniziative promozionale sul territorio regionale.

I Comuni di Cesa, Gricignano di Aversa e Succivo sono accomunati da sempre da un paesaggio agrario storico, citato anche da Goethe, noto come “La vite maritata o alberata aversana”. Si tratta di una singolare coltivazione della vite che viene sostenuta da alberi di pioppo, una tecnica che risale agli Etruschi. Le viti raggiungono altezze fino a 14 mt e segnano il paesaggio con festoni. Anche le tecniche di coltivazione e potatura e gli strumenti, come le strette e lunghissime scale a pioli costituiscono un patrimonio culturale unico. In ragione di questa millenaria comunanza, si è avviata una partnership tra i tre comuni limitrofi attraverso la elaborazione di un progetto condiviso che si propone di raccontare il territorio attraverso quello che è oggi riconosciuto come uno dei maggiori vettori culturali, economici e mediatici di un territorio e del suo genius loci: il patrimonio culturale, paesaggistico, agricolo ed enogastronomico.

“Scopo del progetto – spiega il sindaco di Cesa Enzo Guida – è di proporre una offerta di turismo eno-gastronomico con le risorse culturali e paesaggistiche del territorio considerata la crescente importanza di questo settore in relazione della domanda turistica. In tal modo vogliamo determinare la conoscenza del patrimonio culturale”. Il progetto mette insieme le grotte di Cesa, con il Casale di Teverolaccio di Succivo, e la Chiesa di Santa Maria Piro di Gricignano.

“La nuova fase di collaborazione tra i comuni atellani che abbiamo avviato- aggiunge il sindaco Guida – ha già portato ad un significativo risultato. Vite maritata a pioppo, vino asprinio, la rassegna di teatro scuola PulciNellaMente, la sagra del Casatiello, sono alcune delle risorse ed eccellenze del territorio, capaci di attrarre visitatori e su cui dobbiamo puntare”.

“Ringrazio – conclude il sindaco di Cesa – i colleghi sindaci di Succivo e Gricignano di Aversa Gianni Collela e Andrea Moretti, che hanno contribuito a raggiungere questo risultato, i vari assessori che hanno lavorato al progetto, nonché le associazioni, compresa la Pro Loco che hanno fornito un importante supporto”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico