Cesa

Cesa, isola ecologica tra erbacce e degrado

Cesa – Nemmeno nel mese di agosto, il periodo dell’anno più caldo ed affollato per le mete turistiche italiane, i cittadini di Cesa hanno potuto usufruire della loro “isola”.

Quell’isola (ecologica) che i cittadini di Cesa hanno atteso per decenni e che ad oggi, nonostante sia ultimata da mesi, (transitando su Via Berlinguer tutti possono vedere l’opera realizzata) inspiegabilmente non viene aperta all’utenza.

L’isola che prima non c’era e che adesso c’è ma non si “vede”, è il frutto del lavoro della precedente amministrazione che attraverso fondi regionali riuscì ad ottenere il finanziamento dell’opera, a costo zero per i cittadini, rendendo un servizio alla comunità.

Cesa, è importante ricordarlo, era una delle poche realtà tra i paesi limitrofi ad esserne sprovvista. L’unico compito che spetta all’attuale amministrazione è quello di aprire il cancello e tagliare il nastro d’ingresso con tanto di foto da postare sui social e sui giornali, prendendosene magari anche i meriti, ma nemmeno questo piccolo impegno è stato portato ancora a termine.

A noi di Cesa C’è interessa che l’isola ecologica venga aperta ai cittadini cesani, i quali potranno usufruire di un ulteriore servizio che sicuramente migliorerà (anche dal punto di vista ambientale) le condizioni del nostro territorio cittadino.

Ma nonostante l’interrogazione consiliare depositata mesi addietro dal gruppo Cesa C’è e l’annuncio di apertura “imminente” fatto in diverse occasioni dal sindaco (anche in Consiglio Comunale a seguito di richieste specifiche da parte dei consiglieri del nostro gruppo), il cancello di ingresso è ancora tristemente chiuso.

Eppure la realizzazione dell’isola ecologica e il successivo collaudo sono già stati effettuati da tempo, mentre da circa 7 mesi, ora con una motivazione, ora con un’altra, la stessa non viene aperta ai cittadini, ed il perché resta avvolto nel mistero.

Nel frattempo l’erbaccia e il degrado la fanno da padroni nella struttura (vedi foto nella galleria in alto). Noi di Cesa C’è saremo vigili, nell’esclusivo interesse dei cittadini, sperando che l’arrivo dell’autunno non sia motivo di ulteriore rinvio della sua apertura per l’amministrazione Guida, magari con la motivazione delle avverse condizioni climatiche. #bellalisolachenonparte

Cesa C’è 

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico