Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Casapesenna, adeguamento scuola media: Piccolo invoca chiarimenti

Casapesenna – La minoranza consiliare rappresentata da Carmine Piccolo chiede chiarimenti al sindaco Marcello De Rosa sulla sua nota al riguardo l’intenzione della maggioranza di mettere a punto un progetto di un milione e mezzo di euro per l’adeguamento strutturale della scuola media ‘Giovanni Pascoli’.

“Chiedo al sindaco De Rosa e all’assessore alla Pubblica istruzione Capoluongo cosa intendano progettare per la scuola media statale Pascoli  e con quali risorse  finanziare tali progetti; ma soprattutto si continuano a spendere e sprecare soldi a tappe senza mai risolvere i problemi strutturali della scuola”, scrive nell’interrogazione Carmine Piccolo, sottolineando: “Con tutti soldi spesi dal 2012 ad oggi, e quelli che si prevedono di spendere, il Comune avrebbe costruito un plesso nuovo e moderno; chiedo all’amministrazione di fare una accurata riflessione sulla ristrutturazione della scuola media, coinvolgendo anche la direzione dell’istituto comprensivo”.

“Da più parti – continua – valutano opportuno ampliare il plesso della scuola elementare con nuova costruzione dove potrebbe alloggiare la scuola media creando così una piccola cittadella scolastica e concentrando tutte le risorse sociali economiche politiche per il miglioramento di un solo plesso scolastico complessivo”.

“Il sindaco parli chiaro al popolo sul Puc, dica con chiarezza cosa ha intenzione di fare, ma soprattutto si dica la verità. Il Puc non può essere il salvacondotto di qualcuno ma deve essere un piano che deve migliorare il contesto urbanistico generale del paese”, dice ancora Piccolo, che continua: “Si è perso troppo tempo fino ad ora per i tentennamenti della maggioranza sul Puc, non possiamo perdere questa occasione per migliorare l’aspetto urbanistico del paese”.

Il consigliere chiede all’amministrazione anche di essere celere per attivare tutte le procedure per l’inoltro della nuova Card Sia emanata dal governo che prevede un contributo da 80 a 400 euro mensili da utilizzare come spesa per le famiglie con minimo reddito. Per tutti coloro che ne faranno richiesta saranno utilizzati con progetti di utilità presso enti pubblici. La Sia Card sarà erogata dall’Inps ma è il Comune di residenza che deve raccogliere le domande per l’inoltro.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico