Aversa

Aversa, sottopasso ferroviario: Galluccio critica la dem Caterino

Aversa – La minoranza non sa compiere fatti e cerca di recuperare credibilità mettendo il cappello su operazioni svolte dalla maggioranza come nel caso della realizzazione del sottopasso di via Atellana, destinato a consentire l’accesso alla stazione ferroviaria ai residenti di quella zona della città senza essere costretti ad un lungo giro per raggiungere piazza Mazzini.

Questo, in sintesi, il pensiero espresso da Michele Galluccio capogruppo consiliare di Forza Aversa che critica le affermazioni di Elena Caterino. “Le dichiarazioni della consigliera del Pd fatte con toni trionfalistici finalizzate – dice Galluccio – ad acquisire meriti per la prossima soluzione di un problema cittadino nel quale il suo partito non ha mai messo bocca mi lasciano molto perplesso sulla qualità del lavoro che intende svolgere in consiglio comunale nell’interesse della città e degli elettori”.

“Probabilmente Caterino conta sulla scarsa memoria di tanti perché – continua – voglio ricordare che il sottoscritto è stato, sia durante l’amministrazione Ciaramella sia dopo, referente con i responsabili della Direzione delle Ferrovie per questo tipo di progetto, mantenendo i contatti con l’Ente anche nella veste di componente del Comitato dei pendolari e di rappresentante dei comitati che successivamente si sono formati aggregandosi a quello dei pendolari”.

“Cosicché – ribadisce – se c’è qualcuno che ha seguito e continua a seguire la vicenda è il sottoscritto. Tant’è che nell’ultimo contatto, avuto pochissimo tempo fa, con la dirigenza delle ferrovie abbiamo fissato un appuntamento con il responsabile dei lavori per il prossimo mese di settembre, così da coordinarne la ripresa, nei tempi e nei modi, affinché sia possibile portare a compimento un intervento previsto nel programma nazionale delle Cento Stazioni, successivamente ridimensionato escludendo Aversa”.

“Grazie anche al mio impegno fu rivisto il progetto che ora sta per ripartire, ma – ipotizza Galluccio – probabilmente Elena Caterino non è a conoscenza di tutto questo, però ha voluto comunque dare notizia di una prossima ripresa dei lavori come se il suo partito avesse in qualche modo operato nell’interesse della città”. “Se vuole collaborare con il suo Pd a portare avanti un progetto che interessa tutta la cittadinanza ben venga, ma non attribuisca al partito meriti che almeno per il momento non ha”, conclude Galuccio.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico