Aversa

Aversa, De Cristofaro: “Telecamere-trappola per gli incivili”

Aversa – Telecamere “trappola” nei luoghi del centro storico dove puntualmente i soliti ignoti abbandonano rifiuti per coglierli con le classiche mani nel sacco e miglioramenti al bando per il rilancio delle strisce blu, oggi praticamente inesistenti in città con ripercussioni sia sulla mobilità che sulle casse cittadine, con la novità che da giovedì scorso, essendo scaduto il precedente contratto, ci sono 12 ex lavoratori socialmente utili addetti ai servizi legati alle strisce blu senza stipendio.

A preannunziare le novità il sindaco di Aversa Enrico De Cristofaro. “Saranno operative in queste ore – ha dichiarato il primo cittadino normanno – una decina di telecamere-trappola, così chiamate perché potranno essere spostate facilmente da un posto all’altro agevolmente, nei luoghi del centro cittadino dove alcuni incivili sono soliti abbandonare rifiuti, vedi piazza Marconi, zona dell’Arco di Porta Napoli e via Virgilio. L’iniziativa è stata coordinata con il comandante della polizia municipale ed è già operativa. Le telecamere sono di quelle omologate per poter contestare, successivamente la violazione ai trasgressori e sono già state utilizzate in precedenza con profitto dalla polizia municipale”.

Un’iniziativa di rilievo se si tiene conto che, oramai da anni, in queste tre zone centralissime indicate dal sindaco De Cristofaro, sconosciuti abbandonano impunemente rifiuti, senza preoccuparsi delle regole dello smaltimento e della raccolta che vigono in città.

Novità in vista anche per le strisce blu il cui ultimo affidamento scaduto giovedì non è stato prorogato, con ripercussioni sui livelli occupazionali ed in particolare per quanto riguarda i 12 ex lsu utilizzati da anni dalle diverse ditte che si occupano della sosta regolamentata in città. Una situazione questa che avrà certamente delle ripercussioni immediate con proteste che già sono state preannunziate.

Da quanto si è appreso, la maggioranza intenderebbe discutere della questione in un interpartitico per apportarvi miglioramenti. Tra questi l’istituzione di una navetta che faccia da spola tra il parcheggio della fiera settimanale e il tribunale di Napoli Nord, così come ipotizzato da praticamente tutte le forze politiche nei propri programmi in occasione della scorsa campagna elettorale.

Il primo cittadino ha anche preannunziato un controllo efficace in tema di esecuzione di opere pubbliche, in particolare per quanto riguarda i lavori di restyling di via Enrico Fermi e di viale Olimpico per verificarne la corrispondenza di quanto realizzato al progetto approvato.

In campo politico, De Cristofaro non risparmia una stoccata al suo antagonista al ballottaggio, Marco Villano, che lo aveva accusato di non mettere in campo atti. “Voglio assicurare Villano – ha dichiarato il sindaco normanno – che noi insieme agli altri facciamo anche i fatti. Probabilmente il consigliere comunale del Partito Democratico non se ne accorge perché, forse per motivi di lavoro o per altro, non è troppo presente in città”.

Torna, poi, ancora una volta, sui debiti pubblici, la cui discussione dovrebbe essere presentata in un apposito consiglio comunale a fine agosto, e conclude: “Sui debiti fuori bilancio credo che uno dei più informati sia il consigliere Rosario Capasso che nella scorsa consiliatura è stato componente della commissione finanza ed ha espresso l’assessore alle finanze la cui moglie, guarda caso, è stata candidata nella lista voluta dallo stesso Capasso”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico