Carinaro

Ambiente a Carinaro, il punto dell’assessore De Chiara

Carinaro – E’ stato appena consegnato in Comune, dall’Università, facoltà scienze ambientali, il cd con il monitoraggio ambientale relativo agli anni 2014-2015 che sarà trasmesso per conoscenza, e, per gli opportuni consecutivi adempimenti, ai vari organi competenti, cosi come già fatto per i primi parziali dati consegnati lo scorso anno.

Siamo, intanto, in attesa della nuova, più dettagliata, convenzione con la stessa Università, per portarla in consiglio e adottarla. Informiamo la cittadinanza che circa la questione Ecotransider, siamo in contatto giornaliero con l’Asi; la vicenda dell’azienda, cosiddetta “della puzza” è ora al Consiglio di Stato. La discussione in camera di consiglio è fissata per l’8 settembre 2016.

Ci corre però l’obbligo di ricordare (soprattutto a qualche associazione culturale nata da poco) che l’Ecotransider è ubicata nel territorio di Gricignano da ben oltre l’inizio del nostro mandato. Stiamo lavorando su più fronti per fare il possibile e l’impossibile e per arginare lo sfacelo compiuto da altri.

Quanto All’Aversana Petroli, tirata in causa da un’associazione carinarese, per onore di cronaca alleghiamo il link  (clicca qui)

Deliberazione Giunta Regionale n. 559 del 13/12/2013 Burc n. 73 del 23 Dicembre 2013- La delibera regionale, che sostanzialmente approva l’ampliamento dell’azienda, e, ne trasmetteva il deliberato al Mise, come si può vedere è anteriore di 6 mesi al nostro insediamento.

Ciò non significa scaricare le colpe; i problemi che ci sono vanno affrontati anche se purtroppo la loro soluzione non è demandata direttamente a noi, nel senso che possiamo interfacciarci, discutere, combattere ma non possiamo dare assicurazioni sugli esiti positivi.

Questa amministrazione a settembre promuoverà un importante incontro/convegno sulle tematiche ambientali con il coinvolgimento di esperti, dell’Asi e dei sindaci di altri territori.

Apprezziamo lo sforzo che qualche associazione sta facendo, promuovendo, in particolare, un’assemblea rionale, ma il problema relativo all’ambiente è complesso e merita relatori qualificati e una platea allargata.

Ci limitiamo ad osservare che se dalle tematiche ambientali si passa agli attacchi sterili, rivolti all’amministrazione, ebbene, nulla di nuovo sotto il sole, potranno esserci anche dei giovani dietro l’iniziativa, ma le loro parole “sanno di antico”.

I giovani, che mi vanto di conoscere bene, generalmente non fanno dietrologia, hanno dalla loro la freschezza delle Idee, non sono astiosi e non rimuginano!

Nel convegno parleremo di differenziata, di percentuali raggiunte, (a maggio il 64,80%) di qualche possibile maggior introito  per il conferimento di alcune tipologie di rifiuti, parleremo anche della  dell’iniziativa già sottoscritta da numerosi Sindaci della Campania che intendono richiedere al Ministro competente l’attivazione urgente di un “Tavolo di Confronto” tra i rappresentanti del Governo, della Regione Campania e dei Comuni,  per la piena applicazione del comma 3 articolo 22 della legge regionale 6/2016, ritenendo non più procrastinabile affrontare concretamente le nuove e le vecchie emergenze dei territori.

Quanto al decoro del paese pensiamo di aver mantenuto un buon livello, anche non disponendo più dello stesso numero di Lsu addetti al ramazzo strade, attivi fino a qualche anno fa. La spazzatrice stradale, fornita dalla ditta aggiudicataria del servizio rifiuti, è attiva tutti i giorni e vaste aree del paese vengono quotidianamente pulite. Certo che ai nostri sforzi vanno affiancati anche quelli dei cittadini, che devono contribuire a tenere pulito il paese segnalando gli atti di inciviltà e impegnandosi in prima persona al rispetto delle regole. A partire da settembre presso le scuole, nella villa e in altre aree partirà una campagna di sensibilizzazione e varie altre iniziative per “costruire una coscienza ecologica” nei più piccoli e rinsaldarla negli adulti.

Sotto gli occhi di tutti i contenitori di buste dislocati presso la villa e la casa comunale per raccogliere gli escrementi dei cani, con l’auspicio che si riservi la stessa attenzione generalmente tenuta per” l’amico cane” anche per i marciapiedi cittadini che sono patrimonio di tutti.

Informiamo, intanto, la cittadinanza che a breve sarà inaugurata una piccola biblioteca ecologica all’aperto, nella villa Comunale di Carinaro. L’idea riprende l’iniziativa di Legambiente “La tana di Sofia”; apriremo la tana dei “Paw Patrol” per promuovere la lettura, la sensibilità all’ambiente, la cultura, in particolare per i più piccoli ma anche per gli adulti, che potranno leggere in tranquillità testi disponibili nel “chioschetto”.

Contiamo, ovviamente, sulla collaborazione delle associazioni locali, a partire da quelle che si dicono più sensibili alle tematiche ambientali.

Maria Grazia de Chiara

Assessore all’Ambiente del Comune di Carinaro 

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico