Home

Nizza, ancora 20 italiani dispersi

Dopo la strage, a Nizza si fa la conta dei dispersi: sono ancora una ventina gli italiani di cui non si hanno notizie a seguito  all’attentato consumatosi nella Promenade des Anglais in cui hanno perso la vita 84 persone.  A fornire il dato è stata la Farnesina che fa sapere che di questi connazionali non si hanno notizie dalla sera di giovedì.

Tra le persone disperse una coppia di coniugi e una donna. Si tratta di Angelo D’Agostino e della moglie Gianna Muset; e di Marinella Ravotti, moglie di Andrea Avagnina, il 53enne inizialmente dato per disperso e ricoverato in gravi condizioni. Ancora in gravi condizione gli altri due italiani rimasti feriti.

Rintracciati anche Elena Gallamini, il suo fidanzato Marco Billi e il giovaneVittorio Di Pietro, inizialmente tra i dispersi. In Rete intanto si moltiplicano gli appelli. La nuora dei D’Agostino, che non è più riuscita a contattare i parenti dopo le 21.55 di giovedì sera, ha scritto su Twitter: “Siamo disperati”. La donna ha poi aggiunto che D’Agostino “è un uomo di circa 1,70, pesa 70kg e ha i capelli bianchi. Indossava jeans e una maglietta blu”.

Andrea Avagnina, il 53enne ricoverato in rianimazione all’ospedale Pasteur di Nizza, è un consigliere comunale di S. Michele di Mondovì (Cuneo). La moglie, la 55enne Marinella Ravotti, dipendente dell’Asl, risulta invece ancora dispersa. La coppia era in vacanza dall’inizio della settimana nella “capitale” della Costa Azzurra, dove è proprietaria di una casa. Un altro piemontese ferito nell’attentato è Gaetano Moscato, 71enne pensionato, residente a Chiaverano. Lo riporta la Sentinella del Canavese. Ha avuto la gamba sinistra distrutta dal Tir che ha compiuto la strage e gli è stata amputata. Moscato è stato ferito mentre salvava i nipoti di 18 e 13 anni.

C’è anche una piaschese tra i dispersi italiani a Nizza. Carla Gaveglio, 48 anni, si trovava a Nizza con la figlia Matilde di 14 anni. Il marito, Pietro Massardi, vetrinista, è arrivato all’alba di questa mattina nel capoluogo della Costa Azzurra. “Matilde è molto scossa, si è fatta male alla caviglia, ma sta bene – racconta l’uomo -. Ora la priorità è trovare la mamma”. Mamma che, in base al racconto della ragazzina, era viva dopo l’attentato ed è stata soccorsa da un’ambulanza. “Non l’abbiamo ancora trovata in nessun ospedale – prosegue Massardi -. Era senza documenti perché dopo l’attentato li ha lasciati ad alcuni amici affinché li portassero nell’appartamento”.

Mamma e figlia avevano partecipato allo spettacolo pirotecnico: si trovavano sulla Promenade des Anglais e hanno visto a pochi metri da loro la corso e lo schianto del tir.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico