Cesa

Cesa, l’assessore Di Santo chiarisce la manovra di bilancio

Cesa – Nell’ultimo consiglio comunale si è approvata la delibera di assestamento e di riequilibro di bilancio. L’assessore al ramo Filomena Di Santo interviene per chiarire i contenuti della manovra e per rispondere ad alcune affermazione espresse dal gruppo del Movimento Cinque Stelle.

“L’amministrazione comunale ha dovuto effettuare una manovra di assestamento dei conti in linea di circa 160.000 euro, finanziando la stessa con parte dell’avanzo di amministrazione con cui si è chiuso il conto consuntivo dell’anno 2015. Il riequilibrio dei conti è stato necessario per mettere a disposizione dell’ente somme che serviranno al pagamento di fornitori che hanno realizzato opere pubbliche per la collettività e che devono essere ancora pagati da anni. Ciò principalmente perché la Regione Campania ritarda il pagamento dei lavori finanziati”.

“I fornitori in questione – aggiunge l’assessore Di Santo – hanno ottenuto Decreto Ingiuntivi nei confronti del nostro comune, obbligando lo stesso al pagamento dei lavori, degli interessi moratori e delle conseguenti spese legali”. “L’amministrazione comunale, come chiarito ai consiglieri di minoranza, ha intrapreso misure correttive per evitare un aggravio di spese per le casse dell’ente. Le misure consistono in atti di transazione per evitare gli interessi moratori”. “Parallelamente, il vice sindaco Luigi De Angelis si sta recando più volte, in questi giorni, presso gli uffici regionali per sollecitare il pagamento dei finanziamenti già decretati”.

“Non riesco quindi a comprendere come la minoranza dei Cinque Stelle presente in consiglio non abbia capito la necessità e la qualità degli interventi che stiamo facendo per risolvere le problematiche esposte. Capisco la volontà politica di seminare confusione e discredito, ma da qui ad arrivare a diffondere pessimismo e disinformazione, ce ne vuole. Cosa più importante è che si è badato bene di non informare i nostri concittadini, che nel riequilibrio dei conti ci sono anche nuove entrate nelle casse del Comune che non erano state inserite nel bilancio di previsione 2016”.

“Le somme in entrata si giustificano principalmente in un risparmio di spesa per il personale che l’ente sta avendo. Abbiamo destinato queste somme ad alcuni interventi migliorativi, tra cui: toponomastica stradale, acquisto di segnaletica, manifesti, materiale per gli uffici di stato civile, somme per la manutenzione del parco giochi comunale, acquisti di banchi nuovi per le scuole, acquisti di arredo urbano, acquisto di auto nuova per i vigili urbani, lo stanziamento di somme per l’istituzione del trasporto scolastico e infine il potenziamento delle somme necessarie per il pagamento delle spese legali”.

“Maggiori servizi quindi – conclude l’assessore Di Santo – per essere realmente dalla parte dei cittadini con interventi concreti e non con falsi proclami”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico