Aversa

Aversa, Santulli: “Se la Giunta tarda ad arrivare non è colpa di chi fa ricorso”

Aversa – “La giustificazione data dal sindaco relativamente alla mancata composizione della giunta, scaricando il ritardo della formazione sulla necessità da parte della commissione elettorale del tribunale di controllare le i voti delle diverse liste che sarebbe stata imposta dalla richiesta di candidati già eletti al consiglio comunale è un evidente tentativo di prendere tempo per nascondere le difficoltà in cui si dibatte a causa della complessità degli impegni che deve avere assunto per vincere l’elezione con i vari componenti della coalizione che oggi, probabilmente, chiedono quanto potrebbero avere concordato anche se la loro lista non ha ottenuto alcun candidato eletto”.

Questo, in sintesi, il pensiero del consigliere Paolo Santulli, eletto nella lista “Villano Sindaco”, che sarebbe fra i candidati che avrebbero chiesto il controllo dei voti espressi dagli elettori. “Non ho problemi a confermare di essere uno di quelli che ha chiesto la verifica del numero di preferenze ma – dice l’ex parlamentare – l’ho fatto relativamente ad una decina di sezioni in cui i voti rilevati dai nostri rappresentanti non corrispondevano a quelli registrati in maniera ufficiosa sull’apposito sito comunale”.

“Ma – continua – è una verifica che viene eseguita normalmente dall’ ufficio elettorale del tribunale per tutte le liste e non richiede il controllo scheda per scheda ma semplicemente quello dei verbali delle sezioni. Di conseguenza non necessita di tempi lunghi, tant’è che quella relativa alla mia richiesta è stata completata martedì”. “Diverso sarebbe – aggiunge – se tempi se fosse stato un ricorso da parte di qualche candidato. Questo sì avrebbe imposto la verifica scheda per scheda ma, che io sappia, così non è stato. Quindi la giustificazione data dal sindaco non sta in piedi”.

“La realtà è un’altra – sottolinea Santulli – e l’ho già espresso in più occasioni la coalizione che ha sostenuto De Cristofaro presenta così tante componenti che diventa difficile far quadrare il cerchio. Probabilmente se avesse deciso per una giunta tecnica, sia pure in via provvisoria, avrebbe già presentato la squadra e sarebbe già al lavoro per recuperare il tempo perduto relativamente all’amministrazione della nostra città che da dieci mesi è senza guida e di conseguenza è in una situazione di stallo preoccupante”.

“Se questo è l’avvio della nuova amministrazione c’è poco da stare allegri perché – dice Santulli – a mio parere, l’amministrazione De Cristofaro si presenta più debole di quella precedente dove c’era un gruppo di consiglieri compatto mentre oggi sono presenti vari gruppetti aspiranti al potere. Inoltre, è un parere personale, la nuova amministrazione non rappresenta un cambiamento dal momento che riunisce persone che hanno già amministrato dimostrando il loro valore. Se avesse vinto Villano un cambiamento sarebbe stato possibile perché l’eventuale sindaco di centro-sinistra non avrebbe avuto collegamenti con il passato che, volente o nolente, oggi obbliga De Cristofaro a dare risposta a chi ne ha sostenuto la candidatura”.

“Infine – conclude Santulli – desidero anticipare la proposta che farò appena sarà operativo il consiglio comunale di apporre una targa a ricordo dell’ex sindaco Giuseppe Sagliocco all’interno di Parco Pozzi. Un omaggio che considero doveroso è così come il sindaco De Cristofaro ha considerato doveroso ricordare che la riapertura del parco è stata resa possibile dal lavoro dell’ex sindaco chiamando Lorella e Maria Sagliocco a tagliare con lui il nastro”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico