Aversa

Aversa, Dello Vicario: “Finto scoglio delle quote rosa, il sindaco nomini la Giunta”

Aversa – Aperti i cancelli del Parco Pozzi, effettuata la disinfestazione anti blatte, risolto il problema, sollevato ante ballottaggio e subito accantonato (perché si sa che i voti sono come la pecunia…non olet), del cattivo odore dei voti di qualcuno concessi più o meno sottobanco, il sindaco De Cristoforo dovrebbe ufficializzare i nomi che comporranno la giunta comunale.

Potrebbe essere questione di ore (speriamo!!!). Già dai primi giorni si sono evidenziate tutta una serie di difficoltà da parte del sindaco nell’affrontare e risolvere anche i problemi “della più vecchia e dannosa politica”.

Il lavoro che il primo cittadino sta portando avanti da un tre settimane deve concludersi a breve perché la città ha bisogno di una Giunta di persone competenti e di alto profilo e di un’Amministrazione comunale nel pieno delle sue funzioni.

Superi lo “scoglio” finto delle quote rosa, superi lo stallo creato ad arte, superi il vuoto creato dall’assenza dei partiti, strappi i lacci e laccioli del manuale Cencelli, e rispedisca al mittente (me compreso) i dubbi e le accuse sollevate in campagna elettorale.

Sono pronto in tal caso a chiedere scusa, e, a dimostrare senso di responsabilità ed attaccamento alla comunità ponendo in essere una seria ed efficace azione politica di affiancamento o di appoggio senza pretese, oltre a quella di controllo sull’azione amministrativa, e, di fornire tutti gli strumenti per poter operare e produrre gli atti importanti soprattutto su problematiche che attanagliano la città da troppo tempo.

RIFIUTI – E’ sotto gli occhi di tutti il disastro della questione della raccolta dei rifiuti: costi elevatissimi per i cittadini, pessima qualità del servizio e continui disagi per i residenti, con la città abbandonata a se stessa e ridotta spesso ad una vera e propria discarica.

MANUTENZIONI – Strade, segnaletica, verde pubblico, illuminazione pubblica, servizio idrico sono tutti settori in stato di abbandono, senza i necessari ed opportuni interventi manutentivi e con relativi, continui ed insopportabili disagi per tutti i cittadini. Pessima manutenzione di molte aree verdi, anche in pieno centro urbano e zone che risultano totalmente abbandonate rappresentano un pessimo “biglietto da visita” oltre che un evidente danno all’immagine

STRUTTURA COMUNALE – La struttura burocratica dell’Ente da oltre due anni è costretta a subire estemporanee e spesso contraddittorie decisioni politiche, prive di alcuna logica, assolutamente sganciate da criteri di produttività, competenza e migliore funzionamento degli uffici.

CULTURA, SPORT E TURISMO – Uno dei settori maggiormente penalizzati rispetto agli ultimi dieci anni, con un declino che appare inarrestabile. Manifestazioni estive praticamente inesistenti, nessuna iniziativa turistica, abolizione dello sport in tutte le sue forme, impraticabilità di tutte le strutture sportive, allontanamento sostanziale di tutte le associazioni, anche giovanili, quasi nessun evento artistico-culturale.

SERVIZI SOCIALI – Sostanziale disinteresse verso il sociale ed i servizi, con ritardi e disservizi.

SERVIZI CIMITERIALI – Il cimitero versa in stato di assoluta degrado, con interventi sommari e estemporanei che vengono effettuati (male) solo in concomitanza con le ricorrenze.

In attesa di uno scatto d’orgoglio sono ancora convinto che una pluralità di energie possa avanzare proposte di indirizzo concrete ed essere interprete esclusivamente delle istanze e delle necessità della città. Ad Maiora

Gianpaolo Dello Vicario, consigliere comunale Forza Italia

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico