Succivo

Succivo, a Teverolaccio per la Giornata Internazionale del Rifugiato

Una giornata all’insegna dell’integrazione e la multiculturalità quella che si svolgerà il 18 Giugno a Succivo. In occasione della giornata Mondiale del Rifugiato l’Arci Caserta, la Cooperativa Sociale Attivarci e l’Associazione Spaccio Culturale, il gruppo Scout Succivo sezione “Stella Polare” e ACR Succivo saranno presenti al Casale di Teverolaccio in Succivo dove alle ore 18:30 si terrà l’apertura della mostra OPEN BORDERS * SGUARDI MIGRANTI con i saluti dell’amministrazione e delle associazioni organizzatrici.

“Open Borders è un lavoro che mette a nudo la condizione dei migranti” afferma il Presidente dello Spaccio Culturale Francesco Comune che modererà la presentazione, “un viaggio nella Fortezza Europa che respinge e reprime e a fatica accoglie”.

Alle 20:30 la manifestazione proseguirà con una Cena Multietnica con piatti tipici della Asia e dell’Africa e una dimostrazione a cura del gruppo Scout di cucina trapper (o trappeur), un metodo di cucina essenziale e semplice utilizzato solitamente quando ci si trova all’aperto e non si hanno a disposizione né utensili da cucina né fornelli.

A chiusura della manifestazione dalle 21:30 il concerto dell’Orchesta Multietnica Mediterranea, una formazione per sua natura nomade, con musicisti dall’Italia, la Bulgaria, Romania e Senegal che accompagnerà la sera di Teverolaccio tra percussioni e atmosfere etniche.

“Una serata che rientra in un lavoro più ampio che portiamo avanti sul territorio atellano” spiega il responsabile per l’immigrazione dello Spaccio Culturale Domenico Russo “un lavoro concretizzato con attività educative, corsi di italiano e supporto legale per i richiedenti asilo politico.

Quella del 18 Giugno sarà una festa all’interno del percorso che portiamo avanti al fianco dei migranti”. La Giornata internazionale del rifugiato, indetta dalle Nazioni Unite, viene celebrata il 20 giugno per commemorare l’approvazione nel 1951 della Convenzione sui profughi (Convention Relating to the Status of Refugees) da parte dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Venne celebrata per la prima volta il 20 giugno 2001, nel cinquantesimo anniversario della suddetta Convenzione. La serata, come detto, sarà accompagnata dalla musica della OMM, Orchestra multietnica mediterranea, melting pot musicale nato ai piedi del Vesuvio.

Artisti provenienti da tutto il mondo hanno trovato il loro equilibrio tra melodie e note all’interno di un gruppo variegato che attraversa i differenti continenti.

Un mix di dialetti e lingue che s’intrecciano nei testi realizzati. Un viaggio dall’Europa all’Africa, passando per l’est asiatico. Sri Lanka, Croazia, Nigeria, Albania e Italia sono solo alcuni dei paesi di provenienza dei ventuno elementi dell’Orchestra multietnica mediterranea, nata da un’idea di Giovanni Guarrera e Romilda Bocchetti.

Un iniziativa dall’importante impatto sociale sul territorio e un impegno non nuovo per lo Spaccio Culturale di Succivo, Associazione nata nel 2001 a Succivo che si è subito connotata per la vicinanza alla causa dell’accoglienza.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico